Tokyo (JPN) 26 agosto 2021 Paralimpiadi Tokyo 2020 Apertura Bandiera - panoramiche della citta’ dallo stadio olimpico. foto di Simone Ferraro / Bizzi Team / Cip

We have wings: abbiamo le ali, ali per cacciare le incertezze che hanno caratterizzato questo ultimo anno e mezzo. E’ stato questo lo slogan della cerimonia di apertura dei XVI Giochi Paralimpici estivi di Tokyo 2020. L’evento, che si è svolto martedì 24 agosto alle 20 ore locali (le 13 in Italia) presso l’Olympic Stadium della capitale giapponese, ha visto la tennista Yui Kamiji, il giocatore di boccia paralimpica Shunsuke Uchida e la sollevatrice di pesi Karin Morisaki portare la torcia, simbolo, a livello mondiale, della sfida dell’uomo contro la pandemia. Quasi tre ore di musiche, coreografie e canti, il tutto ambientato sulla pista dell’Aeroporto di Para, luogo simbolo di diversità e inclusione, con i protagonisti che, per l’occasione, hanno indossato una maglietta con su scritto #WeThe15, la campagna promossa dall’International Paralympic Committee (IPC) e dall’International Disability Alliance (IDA) per porre l’attenzione sui diritti delle persone con disabilità.

Attesa finita, dunque, per i 4400 atleti che, da domani, inizieranno a gareggiare. L’Italia, che si presenta a questo evento con il gruppo più numeroso di sempre, è stata rappresentata, durante la cerimonia di apertura, dalla schermitrice Beatrice Vio e dal nuotatore Federico Morlacchi.

Tokyo (JPN) 24 agosto 2021
Paralimpiadi Tokyo 2020
Apertura Fiamma – panoramiche della citta’ dallo stadio olimpico.
foto di Simone Ferraro / Bizzi Team / Cip

Tanta l’emozione ma anche la soddisfazione per essere stati scelti come alfieri dell’Italia a questi Giochi: “Essere il portabandiera di questi atleti straordinari e aver sfilato insieme a Bebe è qualcosa che mi dà una carica straordinaria”, ha spiegato Morlacchi. “Con Federico ci siamo divertiti moltissimo – ha osservato Bebe Vio – è stato davvero emozionante: siamo onorati e speriamo di aver rappresentato l’Italia nel migliore dei modi”.

“Quello che era impensabile un anno fa si è finalmente realizzato – ha dichiarato il Presidente del CIP Luca Pancalli – si è riaccesa la fiaccola dei Giochi paralimpici e con essa non solo i sogni e le speranze dei circa 4.400 atleti venuti a Tokyo ma anche dell’umanità intera che in questi Giochi, Olimpici e Paralimpici, sta tentando di guardare a quella luce in fondo al tunnel dopo un periodo molto difficile che ancora oggi fatichiamo a metterci alle spalle. È stata un’emozione grandissima, una cerimonia appassionante ed entusiasmante – ha aggiunto – ora è il momento di lasciare parlare il campo di gara. Non vediamo l’ora di mostrare tutto il nostro valore”.

Saranno gli azzurri del nuoto, della scherma e del tennistavolo ad animare la prima giornata di gare dei XVI Giochi Paralimpici estivi Tokyo 2020.

Nella vasca del Tokyo Aquatics Center, a partire dalle ore 9 locali (le 2 in Italia), subito in acqua uno dei portabandiera della Delegazione Azzurra, Federico Morlacchi, impegnato, insieme a Simone Barlaam, nelle batterie dei 400 stile libero maschili S9. Nella stessa categoria, in campo femminile, in gara Vittoria Bianco (2:13 ora italiana). Questi gli altri italiani in gara: Angela Procida (100m dorso S2 femminile, 2:41 ora italiana), Efrem Morelli (50 rana SB3 maschile, 3:12 ora italiana); Arianna Talamona (50 stile libero S6 femminile, 3:21 ora italiana), Stefano Raimondi e Riccardo Menciotti (50 stile libero S6 maschile, 3:27 ora italiana); Alessia Scortechini (50 stile libero S10 femminile, 3:33 ora italiana), Alessia Berra e Carlotta Gilli (100 farfalla S13 femminile, 3:46 ora italiana); Francesco Bocciardo (200 stile libero S5 maschile, 3:56 ora italiana); Monica Boggioni (200 stile libero S5 femminile, 4:08 ora italiana); Alberto Amodeo e Federico Bicelli (100 stile libero S8 maschile, 4:21 ora italiana).

Dalle ore 10 al via le finali. Direttamente in finale Francesco Bettella, che alle 10:20 sarà in vasca per la gara dei 100 dorso S1 maschile. Esordio anche per gli azzurri del tennistavolo, impegnati nelle qualifiche. Alle 2, al Table Tennis Tokyo Metropolitan Gymnasium, scenderà in campo Matteo Orsi nel singolare maschile MS3, alle 2:40 sarà la volta Mohamed Amine Kalem nella MS9. Alle 3:20 Michela Brunelli esordirà nella S3, mentre Giada Rossi sarà in gara alle 6:40 per la WS1-2.

Quattro gli azzurri della sciabola in pedana al Wheelchair Fencing Makuhari Messe Hall B. Il primo a gareggiare sarà Edoardo Giordan, nelle eliminatorie valide per la categoria A maschile (ore 2). Alle 3:30 incroceranno le lame Loredana Trigilia e Andrea Mogos (3:30). Alla stessa ora, esordio per Rossana Pasquino nella categoria B.