Nel cuore del Rione che presta il nome alla società, il Trastevere calcio ha presentato le maglie per la stagione 2018-2019. Ad aprire i festeggiamenti è stato il Presidente Pier Luigi Betturri, che ha ripercorso i successi dell’ottima annata non solo della prima squadra, ma anche del settore giovanile e della squadra di calcio a 5 femminile, vincitrice del premio disciplina. Betturri ha concluso il suo intervento con un augurio: “Speriamo di fare il balzo nei professionisti – ha dichiarato – ma stiamo ancora cercando, a Roma, una struttura idonea, cosa non facile”.

La relazione del presidente è stato l’assist per il Direttore Generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli: “La presentazione delle maglie del Trastevere è per me un appuntamento fisso con un club arrivato ancora una volta a un passo dalla Lega Pro, cosa della quale saremmo stati tutti felici”. Rivolgendosi ai bambini in maglia amaranto intervenuti alla presentazione, il DG ha poi aggiunto: “Noi adulti vi abbiamo tolto la bellezza di giocare nelle strade e nelle piazze e penso che questo abbia contribuito ad allontanare i giovani dal calcio perché questa mancanza fa perdere l’identità territoriale. Il rione era il luogo dove si costruivano esperienze positive, giocare in strada è un tratto distintivo di tanti ex bambini che oggi sono bravi calciatori”.

Luigi Barbiero, Coordinatore Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti, ha invece lodato il Trastevere per la bravura nel saper valorizzare l’appartenenza territoriale mantenendo la professionalità: “Un connubio vincente – ha dichiarato Barbiero – una mentalità volta alla creazione un gruppo di persone che abbia la voglia, l’entusiasmo e la passione di portare avanti un progetto, con un occhio attento al settore giovanile. Sono queste le società che possono ambire, curandone la continuità, al salto di categoria”.

“Parlare di calcio col Trastevere ci fa vedere un calcio sì di risultati, ma anche un calcio romantico, di valori, dà una visione che ce lo fa ancora considerare lo sport più bello al mondo” sono state le parole del Presidente del CONI Lazio, Riccardo Viola, ospite fisso dell’evento.

Immancabile il saluto della Comunità di Sant’Egidio, arrivato tramite la voce del Vicepresidente Mons. Marco Gnavi: “Il Trastevere calcio è un polmone di fiducia nel futuro. L’attenzione che mette in tutto ciò che è educazione gli fa onore perché far crescere i ragazzi con meno parole velenose e più fiducia li renderà uomini che fanno la differenza”. A confermare le parole di Mons. Gnavi, Bruno D’Alessio, Vicepresidente del Trastevere ha dichiarato che al Trastevere “si gioca per vincere, ma alla vittoria si arriva nel rispetto delle regole e soprattutto degli avversari”.

Come di consueto, dopo gli interventi e i saluti delle numerose personalità intervenute al Trastevere Store per la presentazione, il Direttore Generale Flavio Maria Betturri ha svelato le due mute che indosseranno i giocatori della prima squadra nella nuova stagione calcistica, grazie ai due modelli d’eccezione Stefano Tajarol e Francesco Chinappi. Solo due, per il momento, perché la terza, speciale, arriverà a dicembre quando il Trastevere calcio entrerà nell’anno dei festeggiamenti per i suoi 110 anni di storia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here