Nella seconda giornata della Volleyball Nations League di Rimini la nazionale italiana femminile ha ceduto contro la Turchia 3-0 (25-13, 25-23, 25-16).
Le azzurre non sono riuscite a tener testa alla formazione vice campione d’Europa, presentatasi in questa VNL al gran completo.
Le ragazze di Bregoli hanno faticato parecchio nel primo set, mentre nel secondo se la sono giocata sino alla fine contro le forti avversarie. Nel terzo la Turchia è scappata avanti e l’Italia non è stata più in grado di rientrare.
Domani la squadra azzurra chiuderà la prima settimana di gare, affrontando la Serbia: ore 21, diretta televisiva sul canale La7d.
Come sestetto iniziale Giulio Bregoli ha confermato Bosio in palleggio, opposto Mingardi, schiacciatrici D’Odorico e Guerra, centrali Lubian e Mazzaro, libero Fersino.
Nel primo set l’Italia ha faticato parecchio a entrare in partita, mentre le turche hanno preso subito il largo (3-8). Le ragazze di Bregoli non sono riuscite a reagire (7-16) e le avversarie hanno viaggiato spedite sino al definitivo (13-25).
Molto diverso l’atteggiamento dell’Italia che per lunghe fasi si è espressa sugli stessi livelli delle turche (12-12). Bosio e compagne hanno tentato di rompere l’equilibrio (18-16), ma nel finale la squadra di Guidetti si è dimostrata più concreta (23-25).
Nel terzo, dentro Nwakalor e Omoruyi per l’Italia, la Turchia è partita meglio (5-8) e con il passare del gioco ha guadagnato un buon margine (10-15). I tanti errori in battuta hanno penalizzato la formazione tricolore, costretta a cedere (16-25).