Sara Bongini e Christian Ghilli sono i nuovi Campioni Europei Junior di Skeet. La tiratrice di Impruneta (FI), tesserata con le Fiamme Oro, ha dominato la gara ospitata dalle pedane del Pampas Shooting Range di Osijek qualificandosi come migliore alla finale con lo score di 116/125 e assicurandosi l’oro con il punteggio di 47/60 davanti alle russe Arina Kuznetsova e Daria Lekomtseva, rispettivamente medaglia d’argento con 114/125 e 45/60 e medaglia di bronzo con 113/125 (+2) e 39/50. Fuori dalla finale le altre due azzurre in gara. Giada Longhi (Carabinieri) di Varco Sabino (RI) ha chiuso in dodicesima piazza con 103 e Damiana Paolacci (Fiamme Oro) di Roma in tredicesima con 102.

Al maschile il vincitore è stato Christian Ghilli, anche lui tesserato con le Fiamme Oro e toscano di Montecatini Val di Cecina (PI). Per arrivare all’oro l’azzurrino si è qualificato alla finale con il punteggio di 119/125 che gli è valso il dorsale numero due, ed ha poi regolato il cipriota Leanthis Varnavides, migliore delle qualificazioni con 121, con il punteggio di 53/60 a 52/60. Terzo sul podio un altro cipriota, Petros Englezoudis, medaglia di bronzo con 44/50.

Finale centrata e podio mancato per un soffio, invece, per Giammarco Tuzi (Fiamme Oro) di Fonte Nuova (RM) che con 118/123 (+3) in qualifica e 32/40 nel round decisivo si è dovuto accontentare della quarta piazza. Lontano dalle medaglie Francesco Bernardini (Fiamme Oro) di Fara in Sabina (RI), ventesimo con 115/125.

“Bravissimi i miei giovani – ha commentato soddisfatto il Direttore Tecnico Nazionale Andrea Benelli – Centrare entrambi i titoli Junior individuali non è cosa da tutti i giorni. Questo dimostra che stiamo lavorando bene anche in prospettiva futura. Un grazie doveroso anche ai collaborati: il Tecnico Andrea Filippetti, il Preparatore Atletico Fabio Partigiani ed il Fisioterapista Aldo Bionda”.

Per quanto riguarda la gara dei “grandi”, in testa alla classifica femminile dopo 75 piattelli troviamo Chiara Cainero. La carabiniera friulana, Campionessa Olimpica a Pechino 2008 e argento a Rio 2016 si è fatta scappare solo due piattelli ed è andata a riposo con lo score di 73 sola in vetta. In leggero ritardo Diana Bacosi. La Campionessa Olimpica di Rio 2016, umbra di nascita e tosco-laziale di adozione portacolori dell’Esercito Italiano di piattelli ne ha lasciati scappare 5 e domani partirà dal punteggio di 70. Con 69 si presenterà in pedana domani per gli ultimi 50 piattelli di qualificazione la toscana Martina Bartolomei (Carabinieri) di Laterina (AR).

Passando al comparto maschile, la classifica provvisoria è guidata dal francese Eric Delaunay, unico tiratore ad aver polverizzato tutti i piattelli a sua disposizione. I nostri Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Caserta e Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PO), Campione Olimpico a Rio 2016, lo seguono con 73 punti all’attivo. Un po’ indietro Luigi Agostino Lodde (Esercito) di Ozieri (SS), che con 71/75 sa che domani non potrà concedersi altri errori per poter ambire a quello che potrebbe essere il suo terzo titolo continentale.