Le prova davvero tutte la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania contro Gioiella Gioia del Colle, i laziali rimangono in partita fino alla fine, si aggiudicano il terzo set ma poi sono costretti a cedere nei confronti dei più quotati avversari 3/1.

Agli starting six coach Passaro si affida a Kindgard al palleggio con Prolingheuer opposto, Radziuk e Margutti di banda, Sighinolfi e Usai centrali, Frigo-Marchetti in alternanza a libero. Vincenzo Nacci riponde con Soli-Osmanovic in diagonale, Formela e Panciocco schiacciatori, Fabi e Fall centrali, libero Sorgente.

Contro una squadra lanciatissima verso i play off promozione il Tuscania scende in campo senza timori reverenziali, ben determinata a fari il possibile per portare a casa dei punti. Solo la grande partita di Kindgard in cabina di regia, al temine mvp del match, riesce a chiusura dei set a far prevalere i padroni di casa. I parziali si sbloccano, infatti, solo nei finali quando emerge la maggiore caratura tecnica dei padroni di casa. Che tuttavia nulla possono nel terzo set quando Tuscania riesce finalmente a capitalizzare il gioco espresso 21/25.

Poi, dopo l’ennesimo punto a punto, Gioia del Colle decide di non rischiare oltre e chiudere l’incontro 25/9.

Grazie alla contemporanea sconfitta di Cisano Bergamasco in casa dell’Ortona rimane invariato a 2 punti il vantaggio dei lombardi che domenica prossima riceveranno la visita proprio di Gioia del Colle mentre Tuscania ospiterà al PalaMalè di Viterbo Messaggerie Catania. Si gioca alle 16.