Le ferie sono agli sgoccioli ma prosegue la corposa affluenza di turisti nella Riviera del Conero anche grazie allo sport. Infatti ad affollare il porto turistico di Numana nel prossimo fine settimana saranno una 50ina di velisti con shore team, famiglie e amici al seguito, provenienti da ogni parte d’Italia in occasione del Campionato Italiano Flying Dutchman (FD), organizzato dallo Yacht Club Riviera del Conero in collaborazione con il Circolo Nautico S. Massaccesi (uniti nel “Consorzio Vela Numana”).

Il Flying Dutchman (FD abbreviato) è una barca a vela per due persone lunga quasi sei metri, progettata tra il 1951 ed il 1952 dagli architetti olandesi Conrad Gülcher e Uus van Essen. Tuttora considerata la più veloce ed elegante tra le derive classiche, l’FD ha fatto parte delle classi olimpiche dai Giochi di Roma (1960) a Barcellona (1992).

Lunga la lista di campioni che, in virtù del livello tecnico della classe, ancora oggi si diletta gareggiando su una imbarcazione che richiede forma fisica ma anche tecnica e grande sensibilità nella messa a punto. Da segnalare la presenza dei campioni italiani Nicola e Francesco Vespasiani (AV Bracciano), vincitori del titolo già nel 2017 a Porto San Giorgio, nel 2018 a Gaeta e nel 2019 a Cesenatico.

Grande tifo dei marchigiani per il binomio formato da Pierfrancesco Eustachi e Paolo Rossi della Lega Navale Italiana (LNI) Sezione di Porto San Giorgio, già vincitore del titolo tricolore a Campione del Garda nel 2016. Da tenere d’occhio anche i loro compagni di squadra, Luigi Maria Silvestrini e Francesco Ciuccarelli che hanno dalla loro parte grande esperienza ed affiatamento. Tra gli altri marchigiani in acqua, i sambenedettesi Stefano Taffoni (Ragn’a Vela) e Baldovino Ruggieri (LNI S. Benedetto del Tronto), in forze a club diversi ma in barca insieme per tenere alta la grande tradizione marinaresca di San Benedetto del Tronto, come pure Matteo Pincherle e Carlo Carincola (CN Sambenedettese). Altri due velisti piceni, Riccardo Marinucci (Ragn’a Vela) e Giuseppe D’Angelo (LNI S. Benedetto del Tronto), saranno a prua rispettivamente di Giacomo Samuelli Ferretti e di Giorgio Silvestri.

Si regaterà nello specchio d’acqua fra il porto e la Riviera del Conero su percorsi a bastone. Il programma prevede una sessione di controlli di stazza e timbratura delle vele giovedì 17, mentre da venerdì 18 a domenica 20 avranno luogo le regate nelle ore centrali della giornata. Gli organizzatori fanno sapere che sia a mare che a terra verranno applicati tutti i punti del “Protocollo di Regolamentazione delle Misure per il Contrasto ed il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle Società ed Associazioni Sportive Affiliate“ della Federazione Italiana Vela e che, una sola infrazione al “Protocollo” da parte dei concorrenti potrà comportare l’applicazione di una DP, ossia di una penalità di entità variabile, fino alla squalifica, a discrezione del comitato proteste che valuterà caso per caso.