E’ stato presentato nel corso di una partecipata videoconferenza, il Bilancio di Sostenibilità FMI 2018/2019. Vi hanno preso parte in qualità di relatori il Presidente FMI, Giovanni Copioli, il Segretario Generale FMI Alberto Rinaldelli, il Responsabile del Bilancio di Sostenibilità FMI, Pasquale Parisi, l’Esperto di Responsabilità Sociale, Giovanni Esposito e il Responsabile Divisione Responsabilità Sociale di CMA, Matteo Esposito.

A numerosi tra Presidenti di Moto Club, giornalisti, addetti ai lavori e interessati, è stato presentato il documento che dimostra l’impegno della FMI nel considerare le ricadute economiche, sociali ed ambientali delle proprie attività. Il Bilancio di Sostenibilità offre infatti una panoramica completa del lavoro della Federazione Motociclistica Italiana e delle modalità secondo le quali questo si svolge. Inoltre evidenzia come, allo scopo di promuovere il motociclismo, sia necessario porre massima attenzione sui temi sopra citati. Per farlo è necessaria la collaborazione degli stakeholder – interlocutori, portatori di interesse – con cui la FMI si confronta quotidianamente. Ne emerge che la FMI è un attore sociale che interpreta in modo etico il proprio agire all’interno di un sistema, di un contesto sportivo.

Durante la conferenza, i rappresentanti della FMI si sono soffermati sui valori di cui la Federazione vuole essere portatrice. Valori che si ritrovano nell’ambito sportivo e non solo. Giovanni Esposito si è invece concentrato sulla nota metodologica del Bilancio mentre Matteo Esposito ha illustrato il Valore Aggiunto prodotto dal sistema FMI.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Il Bilancio di Sostenibilità FMI è il documento con cui esponiamo, con la massima trasparenza, tutte le attività e gli obiettivi della Federazione. Per rendicontare e mettere in evidenza le nostre azioni, abbiamo dovuto definire delle priorità stabilite dai valori di cui vogliamo essere portatori. Tali priorità hanno un’importanza tra loro paritaria: sicurezza stradale e tutela della salute; promozione sportiva; rispetto dell’ambiente naturale. Principi di primaria importanza per i motociclisti ma estendibili a tutti gli ambiti”.