L’appetito vien mangiando e dopo aver firmato una bella quarta piazza in classe R2B, al debutto sulla Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, Diego Annechini ci riproverà, il prossimo fine settimana, in occasione del diciassettesimo Benacus Rally.

Il secondo atto della Coppa Rally ACI Sport, zona tre, vedrà quindi al via il pilota di Negrar, confermando il pacchetto tecnico già visto al Valpolicella ma con un avvicendamento a destra, arrivando un amico di infanzia del portacolori di Best Racing Team, Mirko Cecchin.

“Con un lavoro molto intenso siamo riusciti a mettere in piedi il budget per questo Benacus” – racconta Annechini – “e ne siamo felici. È ovvio che mi piacerebbe poter programmare a distanza le nostre trasferte ma, per il momento, vivo alla giornata e mi godo le opportunità che arrivano. Abbiamo deciso di essere al via del Benacus per creare una continuità con quanto fatto al Valpolicella. Non avendo Fabio Andrian al mio fianco, già impegnato in gara con altri, ho deciso di ingaggiare il mio braccio destro. Era da tanto tempo che volevo disputare una gara con Mirko, siamo amici di infanzia, e finalmente è giunta l’ora. Sono davvero molto felice.”

Pur non riuscendo a coordinare un programma strutturale Annechini si ritrova, dopo il primo evento di CRZ zona tre, al quarto posto provvisorio, un ritardo di cinque punti dalla vetta, ed al quinto nel Trofeo Rally Anthea Italia, quest’ultimo promossa da Admina e Baldon Rally.

Nel Trofeo Rally Veronesi, avendo saltato l’apertura del Bardolino, la classifica si presenta più complicata ed il pilota della trazione anteriore francese occupa soltanto la casella cinquantatre.

Saranno nove le prove speciali in programma per il prossimo Benacus, tutte da disputare nella sola giornata di Sabato 12 Giugno: “Ferrara di Monte Baldo” (4,24 km), “Spiazzi” (7,42 km) e “Lumini” (6,02 km) saranno percorse dai concorrenti in gara per tre tornate consecutive.

“Pur essendo veronese non ho mai affrontato queste strade” – aggiunge Annechini – “e cercherò di sfruttare ogni chilometro possibile, trasferimento incluso, per capire al meglio la Peugeot 208 R2. Parliamo di un’auto da professionisti e sarà la seconda volta che la userò. Voglio trovarmi preparato e competitivo per il 2022. Il percorso di gara si adatta alla vettura perchè ci sono pochissime ripartenze, c’è tanto veloce e tanta percorrenza da fare. Ha un assetto mostruoso. Non mi aspetto nessun risultato particolare, prendo quello che viene ma consapevole di aver dato il massimo, sfruttando a pieno anche questo evento per imparare. Non avrei mai immaginato di riuscire a tornare in auto ad un mese di distanza dalla prima gara. Ci tenevo ad essere al via di questo Benacus perchè, tutti lo sanno, solo stando costantemente al volante si può crescere correttamente. Intanto cerchiamo di goderci questa bella esperienza, seguiti da un team al top come Baldon Rally e supportati dall’esperienza della scuderia Best Racing Team. Un grazie di cuore a tutti i partners che hanno creduto, credono e crederanno in me e nei miei progetti sportivi. L’unione fa la forza ed assieme punteremo sempre più in alto.”