L’edizione numero quarantotto dei Circuito San Marino regala un Alfredo Accettulli in grande forma, al rientro da un fine settimana da protagonista.

Il pilota di Montagnana si è trovato a proprio agio sull’insidioso tracciato, proposto dalla Scuderia San Marino, ed ha dimostrato la crescita di affiatamento con la Peugeot 207 Super 2000, andando a firmare la sesta piazza assoluta, prima di gruppo A e di classe S2000.

Il buongiorno si vedeva già dal mattino, la scorsa Domenica, con il portacolori di New Star 3, affiancato da Anna Dusi sul sedile di destra, che piazzava il quinto tempo sulla prima manche.

La seconda tornata, sui sette chilometri e mezzo previsti, confermava il passo di Accettulli, nuovamente autore della quinta prestazione assoluta ma capace di recuperare una posizione nella generale, intravedendo un podio ora distante soltanto una decina di secondi.

La beffa arrivava al giro di boa e uno scroscio di pioggia rovinava i piani di attacco. “Sulle prime due manche siamo partiti forte” – racconta Accettulli – “e ci siamo messi all’inseguimento di un potenziale podio assoluto. Sulla terza manche siamo incappati nell’arrivo della pioggia, ad una decina di secondi dal via, ed essendo partiti con gomme da asciutto non me la sono sentita di spingere. Ho perso un po’ di sicurezza e lo abbiamo pagato in classifica.”

Uscito dalla terza manche con l’ottavo parziale l’obiettivo podio di Accettulli sfumava e la generale, ad una tornata dal termine, lo vedeva scendere alla casella numero sei.

Senza più alcuna possibilità di recuperare il gap maturato ed essendo il solo al via in classe S2000 il pilota della trazione integrale di casa Peugeot affrontava in scioltezza il finale.

“Sull’ultima manche avevamo pochi stimoli” – sottolinea Accettulli – “perchè la classifica assoluta era ormai delineata, in gruppo A eravamo al comando ed in classe S2000 eravamo i soli al via. Abbiamo così deciso di divertirci, senza commettere errori, e di regalarci qualche bel traverso. Dopo la seconda gara con questa Peugeot 207 Super 2000 il feeling è cresciuto tantissimo. C’è tanto da imparare ma la strada presa è quella giusta. Il team New Star 3 ha svolto un lavoro eccezionale, come sempre del resto. Li ringrazio tutti e ci tengo a dire che non li sostituirei con nessun altro al mondo. Tornare a correre a San Marino è sempre una grande emozione perchè qui ho un sacco di amici, da oltre vent’anni. Il format di gara di questi circuiti è stato migliorato tanto dalla Scuderia San Marino, sono snelli ma molto veloci e selettivi. Qui mi sento come a casa mia. Peccato per quella pioggia altrimenti, credo, che avevamo il passo per migliorare ancora e magari per lottare per il podio assoluto. Ci stiamo organizzando per vivere delle gare anche a livello di esperienza emozionale e non solo per la sfida sportiva. Stiamo valutando appuntamenti come il Gargano, rivivendo miei ricordi datati 1990, o il Salsomaggiore, altrettanto affascinante, senza però mettere da parte l’idea di partecipare alla gara quasi di casa, il Città di Scorzè, ed allo Slalom di Este. Grazie a tutti i partners, fedeli da svariati anni e che mi rinnovano sempre la loro fiducia. A loro va dedicato questo ottimo sesto assoluto.