Riparte la Suzuki Rally Cup e con essa anche il cammino di apprendistato che Manuele Stella ha deciso di affrontare in una delle serie più competitive a livello nazionale, una palestra di formazione che potrà solo giovargli nel tempo.

Il pilota di Brentino Belluno, nel veronese, dopo un paio di anni di militanza in gare locali, ha deciso quindi di lanciarsi in un’autentica gabbia di leoni, fatta di giovani talentuosi ma anche di vecchie volpi dal piede pesante, alzando notevolmente l’asticella della propria sfida personale.

Un nuovo palcoscenico che lo ha visto impegnato su gare che hanno fatto la storia del rallysmo tricolore e non solo, sul quale il pilota scaligero è riuscito ad ottenere un buon quattordicesimo al Ciocco ed un dodicesimo al successivo Sanremo, parlando di monomarca di casa Suzuki.

Due piazzamenti che gli hanno permesso di raccogliere i primi punti in un campionato che, ad oggi, lo vede occupare la casella numero sedici e con ampia possibilità di puntare alla top ten.

“È il mio primo anno nella Suzuki Rally Cup” – racconta Stella – “ed è naturale che non ci aspettiamo nessun tipo di risultato se non quello di fare esperienza per il futuro. Siamo passati dalle gare di zona ad eventi come il Ciocco o il Sanremo. Un altro pianeta. Dalla prima alla seconda siamo migliorati ed è questo che vogliamo continuare a fare in futuro, magari puntando ad avvicinarci alla prima metà della classifica entro la fine della stagione. Vogliamo crescere quest’anno per cercare di essere competitivi nella prossima edizione della Suzuki Rally Cup. Si, il nostro obiettivo è quello di continuare anche il prossimo anno in questa serie.”

Per preparare al meglio il rientro nel campionato Stella ha optato per saltare la trasferta del Targa Florio, sfruttando il casalingo Valpolicella per effettuare alcune modifiche di setup alla sua Suzuki Swift R1 turbo, messa a disposizione e seguita sul campo da Baldon Rally.

Ad affiancare il portacolori di Best Racing Team al prossimo Rally di Alba, previsto per il 12 e 13 Giugno e valevole anche per il Campionato Italiano WRC, ci sarà Milena Danese.

Nove le prove speciali in programma, tre da replicare in serie: “Somano – Bonvicino” (14,50 km), “Igliano – Paroldo” (14,30 km) e “Niella – Bossolasco” (6,20 km).

“Abbiamo sfruttato il Valpolicella, vicino a casa, per lavorare sul setup” – aggiunge Stella – “e devo dire che, grazie allo staff di Baldon Rally, siamo riusciti a trovare le giuste soluzioni per avvicinarci al mio stile di guida. Dopo il Valpolicella mi sento molto più a mio agio e quindi sono fiducioso per il prossimo Alba. Non avendo mai corso qui mi son fatto raccontare un po’ come sono le prove da chi ci ha già corso. Mi han parlato di tanto veloce, sporco e sconnesso. Sarà tutto da scoprire ma, grazie all’esperienza di Milena al mio fianco, mi sento tranquillo e sereno. Ci auguriamo tutti, credo, che non venga a piovere perchè, guardando le ultime edizioni, quando ci si trova a correre sull’acqua qui diventa molto difficile e complicato. Dovremo lavorare soprattutto sulle note e sulla mia guida perchè il mio obiettivo è quello di migliorarmi.”