Marianne Vos ha trinfato nell’ottava frazione del “Giro Rosa U.C.I. WWT”, la San Giorgio di Perlena (Fara Vicentino)-Breganze di 126,2 chilometri. La campionessa europea in carica, già tre volte dominatrice della corsa di patron Rivolta ed assente nelle ultime tre edizioni, ha battuto allo sprint la piemontese di Ornavasso Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) e la connazionale del Team Sunweb Lucinda Brand, con le quali si era avvantaggiata nei chilometri finali di gara, dopo il G.P.M. di San Giorgio di Perlena collocato ad una decina di chilometri dalla conclusione.

La corsa è stata particolarmente selettiva fin dalle battute iniziali, a causa del ritmo folle imposto dal gruppo sulle due scalate verso la “mitica” Rosina. L’azione decisiva, però, è andata a segno negli ultimi chilometri, grazie alla bella azione del terzetto che si è poi giocato in volata il successo. La volata del gruppo maglia rosa, attardato di 23 secondi dalle fuggitive di giornata, è andata alla due volte iridata Giorgia Bronzini (Cylance Pro Cycling), davanti alla trevigiana di Cimadolmo Soraya Paladin (Alè Cipollini) ed alla leader della classifica giovani Sofia Bertizzolo (Astana Women’s Team).

Nessun cambiamento in classifica generale, dove Annemiek Van Vleuten (Mitchelton Scott) ha conservato la maglia rosa. Marianne Vos (Waowdeals Pro Cycling Team), invece, ha indossato la maglia ciclamino della graduatoria a punti, Amanda Spratt (Mitchelton Scott) ha conservato la maglia verde, Sofia Bertizzolo (Astana Women’s Team) è ancora la migliore tra le giovani, mentre Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) è la più forte tra le italiane. Domani, sabato 14 luglio, il “tappone” che condurrà le 134 atlete rimaste in gara da Tricesimo fin sulla vetta del leggendario Monte Zoncolan. 126,2 i chilometri in programma. (Foto di Flaviano Ossola)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here