Promette emozioni il primo derby stagionale della Mole che metterà di fronte domani alle 18 il Torino alle Juventus due squadre che, dopo un incerto avvio di stagione, sembrano aver ritrovato gioco e risultati. Attualmente sono appaiate in classifica a otto punti con i granata che, dopo i due stop di avvio di stagione, hanno conquistato due vittorie e due pareggi negli ultimi quattro turni di campionato. Di contro la Juve, con un solo punto all’attivo nelle prime tre partite ne ha conquistato sette nelle successive tre. E non solo: è reduce dalla convincente vittoria contro i campiona d’Europa del Chelsea in settimana in Champions. Insomma entrambe arriveranno all’appuntamento con il morale a mille, le premesse giuste per assisterà ad un derby affascinante.

Iavan Juric, il nuovo tecnico del Toro, reduce in campionato dal pari a Venezia, ha dato un nuovo volto alla squadra preferendo un modulo 3-4-2-1 con una mentalità offensiva senza respiro che si è anche tradotta in gol nell’ultimo quarto d’ora di gara in ben sei volte sui nove incontri disputati. L’allenatore dovrà fare a meno dello squalificato Djidji ma potrà disporre in porta di Milinkovic-Savic, sinora molto autorevole tra i pali. La linea arretrata sarà formata da Zima, Bremer e Rodriguez. Sulle fasce spazio Singo e Aina, con Lukic e Mandragora al centro e Sanabria di punta.

I bianconeri di Allegri, invece, reduci dal capolavoro contro il Chelsea con Federico Chiesa che ha firmato il gol partita contro i campioni d’Europa in carica e dal sofferto ma meritato successo per 3 a 2 contro la Sampdoria., dovranno fare ancora una volta a meno degli infortunati Morata e Dybala. Rivedremo inevitabilmente campo il tandem d’attacco Chiesa e Kean. In porta ancora Szczesny con quattro difensori a proteggerlo: Danilo ed Alex Sandro laterali e de Light e Chiellini coppia centrale. A centrocampo via libera a Cuadrado, Bentancur, Locatelli e Rabiot.

Anche questa volta è la Juventus la gran favorita, ma non troppo, del derby torinese bancando BetFlag il 2 bianconero a 1,83, con l’1 granata a 4,35 e con l’X che moltiplica per 3,65.