Sono undici gli azzurri in gara domani al Meeting di Madrid tra il tardo pomeriggio e la serata. L’attesa è soprattutto per i 100 metri di Filippo Tortu (Fiamme Gialle), in batteria alle 20.10 e nell’eventuale finale delle 21.30. Dal fronte avversari, ha rinunciato il quotato sudafricano Akani Simbine: nella lista degli iscritti spicca il nome del sudafricano Gift Leotlela (9.94 a metà maggio). L’azzurro finalista mondiale è atteso alla sua terza uscita dell’anno sui 100 metri e punta a migliorare lo stagionale di 10.18, ottenuto all’esordio il 22 maggio a Rieti, mentre nell’ultimo weekend a Ginevra ha corso in 10.30 controvento (-1.7). Tre anni dopo il 9.99 con cui è diventato il primo azzurro ad abbattere il muro dei dieci secondi, il velocista delle Fiamme Gialle si ripresenta nella capitale spagnola.

Stavolta allo stadio Vallehermoso, che dal 2019 è di nuovo la sede del meeting sull’anello verde inaugurato in quell’occasione, e non sulla pista di Moratalaz dove lo sprinter brianzolo, 23 anni compiuti oggi, entrò nella storia con l’allora record italiano. A Madrid in gara anche Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) ed Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) nei 100 ostacoli, Gloria Hooper (Carabinieri) nei 100, Linda Olivieri (Fiamme Oro), Eleonora Marchiando (Atl. Sandro Calvesi) e Yadisleidy Pedroso (Aeronautica) nei 400 ostacoli, il triplista Simone Forte (Fiamme Gialle) appena decollato a 17,07, le mezzofondiste Martina Merlo (Aeronautica) nei 3000 siepi e Federica Del Buono (Carabinieri) nei 1500 e la lanciatrice Sara Fantini (Carabinieri) nel martello. Domani in Germania Marco Fassinotti (Aeronautica) nel salto in alto a Sinn, Sara Jemai (Esercito) nel giavellotto a Zweibrücken.