Vola in finale Gianmarco Tamberi nell’alto, agli Europei di Berlino. Si arrampica fino ad un ampio 2,25 al secondo tentativo e indica il pettorale col suo cognome su fondo dorato, come a dire: guardatemi, sono proprio io, dovrete fare i conti con me.

“La prima tappa era la più difficile – commenta il campione europeo in carica – il mio salto era solo decente, non riesco mai a esprimermi come vorrei nel turno di qualificazione perché sono un agonista, penso già alla finale. Ora bisogna guardare avanti e mettere a posto qualche dettaglio tecnico, soprattutto nella rincorsa. La finale sarà più difficile e più emozionante. Lo stadio è fantastico, se l’Italia ci ha vinto un mondiale ci sarà un motivo…”. Risulta invece fatale la quota di 2,25 a Marco Fassinotti, con tre errori dopo aver superato 2,21 alla seconda prova. La due volte campionessa europea dei 400 metri Libania Grenot non sarà al via della finale per difendere il suo titolo. È la prima delle escluse con il terzo posto in 51.54, ad appena quattro centesimi dall’ultimo tempo utile per la qualificazione. Resta fuori anche Maria Benedicta Chigbolu, al quinto posto nella propria semifinale con il tempo di 52.26: esattamente mezzo secondo in più rispetto alla batteria di ieri. A un decimo dal record personale, con il secondo risultato in carriera: l’azzurra Luminosa Bogliolo è quinta nella semifinale dei 100 ostacoli in 13.09 (+0.2), un piazzamento che impedisce di sperare nei crono di recupero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here