Waldir Peres
Waldir Peres

E’ morto Waldir Peres, 66 anni, il portiere della nazionale brasiliana sconfitta 3-2 dall’Italia al Mondiale di Spagna del 1982 in una delle partite più famose della storia del football. Lo ha annunciato il San Paolo, la squadra dove il portiere ha giocato a lungo fra gli anni ’70 e ’80. Waldir Peres è morto domenica a Mogi Mirim, nello stato di San Paolo, a causa di un attacco cardiaco.

Waldir Peres ha difeso la porta del Brasile in 27 partite più altre 3 non ufficiali. Negli anni Settanta contese la maglia di titolare a Leão, ma sia Zagallo (per i Mondiali 1974 in Germania Ovest) che Coutinho (per quelli di Argentina ’78) gli preferiscono quest’ultimo. Il suo esordio con la nazionale avvenne il 4 ottobre 1975 a Lima (Perù) in Perù-Brasile 0-2, semifinale di ritorno della Copa América.

Nel 1982 Telé Santana affidò a lui la difesa della porta brasiliana per il Mondiale di Spagna. L’ultima apparizione di Valdir Peres con la maglia verdeoro avviene proprio durante il Mundial iberico nella cosiddetta “Tragedia del Sarriá”, come è ricordata, da parte brasiliana, la partita del 5 luglio 1982 Brasile-Italia 2-3, disputata a Barcellona nell’Estadio Sarriá. Ritenuto uno dei maggiori colpevoli della disfatta verdeoro ai mondiali spagnoli, proprio in seguito alla sconfitta del Sarriá non venne più convocato nella Seleção.