Nell’ottavo turno della Samsung Volley Cup di A1 le ragazze del Club Italia CRAI ben figurano sul campo dell’Imoco Volley Conegliano. La vittoria va alle campionesse d’Italia 3-1 (23-25, 25-21, 25-15, 25-21) ma alle azzurrine va il merito di aver tenuto in campo le gialloblu per quasi due ore. Non disponibili Lubian, Pietrini e Fahr, per quest’ultima un infortunio in allenamento, il tecnico federale Massimo Bellano si affida al sestetto composto da Morello, Omoruyi, Kone, Silvia Nwakalor, Populini, Linda Nwakalor e al libero De Bortoli. Fatta esclusione per il terzo set, le azzurrine sono sempre state in partita e per lunghi tratti hanno condotto con facilità il gioco.

Il primo set si apre sul filo dell’equilibrio. Il videocheck certifica il +3 club Italia CRAI (7-10); è un muro dell’Imoco a riportare il punteggio sulla parità (12-12) che si mantiene fino al primo allungo delle pantere (15-13). Il time out Bellano rimette le azzurrine in corsa e le ragazze della formazione federale si portano avanti con Sylvia Nwakalor e Populini – autrice di un attacco e un ace – (22-23) costringendo il tecnico Daniele Santarelli a chiamare il time out. Le azzurrine non per dono il filo del discorso ed è un ace di Populini a chiudere il primo parziale a favore delle giovani ospiti (23-25).

L’avvio del secondo set vede le due formazioni appaiate fino al 4-4 quando l’Imoco comincia a spingere sull’acceleratore (17-13). Il tecnico Bellano chiama time out. Lo stop al gioco sortisce l’effetto sperato: lenta ed efficace la reazione delle giovani azzurrine che limano il distacco e si riavvicinano (20-19). Le pantere cercano la zampata finale e dopo aver annullato il primo set point con un errore di Hill chiudono con Fabris (25-21).

In avvio di terzo set è Populini con un ace a rimettere la partita in parità (4-4) Pronta la reazione delle gialloblu che provano a spingere sull’acceleratore e, sfruttando la striscia positiva di Hill, si portano sul +6 (16-10). Il time out del tecnico Bellano rimette in gioco le azzurrine (bene Omoruyi e Sylvia Nwakalor) ma le padrone di casa non permettono loro di ricucire (25-15).

Nel quarto set parte fortissimo il Club Italia CRAI che sigla un 4-0 e costringe il tecnico Santarelli al time out. L’interruzione del gioco non sortisce l’effetto sperato perché le azzurrine continuano a tenere a distanza le gialloblu. Le padrone di casa provano a rifarsi sotto (9-10) ma le ragazze della formazione federale proseguono nella loro azione e a condurre la partita. E’ Hill a rimettere le cose in pari (16-16). Si procede sul filo dell’equilibrio fino all’ultimo decisivo allungo delle padrone di casa (24-20). Sylvia Nwak alor annulla il primo set point della serata ma subito dopo è Tirozzi a scrivere la parola fine (25-21).

Massimo Bellano: “Sono soddisfatto della partita di questa sera: abbiamo quasi dimezzato il numero di errori, anche se in battuta dobbiamo trovare una qualità migliore. Conegliano ha dimostrato una qualità di gioco importante, ma noi abbiamo fatto bene nella fase di muro difesa e la squadra mi è piaciuta anche nel cambio palla che, invece, in alcuni momenti con Busto ci aveva abbandonato. Questo aspetto stasera è stato più continuo e quando abbiamo fatto fatica è successo effettiva mente perché alcuni turni di servizio delle avversarie sono stati importanti, penso soprattutto a quelli di Tirozzi e Hill Sono stati turni impegnativi ma questa volta per meriti delle avversarie più che per demeriti nostri. E come ci diciamo sempre alla fine dove ci sono meriti degli avversari noi dobbiamo saperlo riconoscere e andare avanti per cercare di fare in modo di alzare il nostro livello”.