Giuliana Montaldi ha iniziato un nuovo ciclo con l’Under 18 maschile. Dopo aver allenato e fatto crescere la maggior parte dei ragazzi che quest’anno comporranno il gruppo della Seconda divisione della Polisportiva Borghesiana, il tecnico (che è anche responsabile del settore volley del club capitolino) proverà a ripercorrere quella strada ripartendo da zero con nuovi atleti.

“Delle somiglianze tra i due gruppi ci sono – dice la Montaldi – Come fu all’epoca per quelli della “vecchia” Under 17, ci sono tanti ragazzi che sono alla prima esperienza nel mondo della pallavolo. Ma soprattutto, come accadde allora, anche i ragazzi che ho preso in carico quest’anno sono animati da un grande entusiasmo e da una forte voglia di imparare e questa è un’ottima base”. Secondo la Montaldi, non è mai troppo tardi per imparare a giocare a pallavolo. “E’ chiaro che più avanti con l’età si comincia e più ci sono difficoltà, ma c’è sempre tempo per entrare nei meccanismi del nostro sport. E’ altrettanto vero che in questa specifica fascia d’età sono molte le distrazioni, ma questo gruppo è molto applicato”. I ragazzi dell’Under 18 della Polisportiva Borghesiana giocheranno il campionato promozionale Uisp: “Siamo partiti a settembre con gli allenamenti e il gruppo contava si cinque o sei elementi, ma nel giro di poche settimane i numeri sono raddoppiati e continuano a venire ragazzi per chiedere informazioni. Alcuni di loro hanno delle attitudini allo sport sicuramente importanti e credo che possano crescere: avendo già affrontato un’esperienza di questo tipo sono più tranquilla rispetto all’inizio dell’altro percorso” sorride la Montaldi che poi prova a spiegare i motivi del “successo” che sta riscuotendo il settore volley della Polisportiva Borghesiana: “Quest’anno avverto una fortissima voglia di fare sport da parte dei ragazzi e delle loro famiglie. In particolare c’è tanto interesse verso gli sport di squadra che hanno quella componente di socialità che è mancata spesso nel periodo della pandemia. E poi va detto che il neo presidente Stefano Criscuolo si sta dando un gran da fare e il nostro settore della pallavolo da tempo è in costante crescita”.

La chiusura è un pensiero per i suoi “vecchi” allievi: “Continuo a sentirli e talvolta ad allenarli quando coach Giuseppe Scipioni è assente per motivi lavorativi. Un cambio di allenatore dopo tre anni di lavoro assieme contribuirà alla loro crescita tecnica e personale, sono convinta che potranno fare molto bene anche in Seconda divisione”.