Myriam Sylla in azione
Myriam Sylla in azione

È iniziato con una vittoria il Campionato Mondiale femminile 2018 della nazionale italiana che in mattinata ha battuto 3-0 (25-15, 25-19, 25-22) la Bulgaria. Convincente la prestazione delle azzurre, nettamente superiori rispetto alle avversarie mai capaci, ad eccezione delle prime fasi del secondo set, di impensierire le ragazze di Davide Mazzanti. La gara di oggi ha segnato l’esordio in campo in un Mondiale per: Ofelia Malinov, Miriam Sylla, Anna Danesi, Paola Egonu, Beatrice Parrocchiale, Marina Lubian e Carlotta Cambi. Sarah Fahr (oggi a referto come secondo libero) è stata tenuta a riposo a causa di una lombosciatalgia acuta. Miglior marcatrice del match è stata Paola Egonu con 17 punti, ottimamente assistita da una brillante Miriam Sylla (16 punti). Netto il divario a muro tra le due formazioni: 11 quelli messi a segno dall’Italia (4 di Egonu) contro i 4 bulgari. Da segnalare, inoltre, la prestazione di Monica De Gennaro, autrice di molte difese determinanti.
Domani Chirichella e compagne torneranno in campo per affrontare il Canada: ore 6.40 con diretta tv su RaiDue.
Come formazione iniziale Davide Mazzanti si è affidato al sestetto base: Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro.
Nel primo set buono l’approccio dell’Italia, subito determinata  a staccare le avversarie (8-6). Ofelia Malinov si è affidata spesso Miryam Sylla e la schiacciatrice azzurra ha risposto in ottima maniera (12-7). Sia il muro che il servizio tricolore hanno creato non pochi problemi alle bulgare, costrette a scivolare sempre più indietro (19-10). Le ragazze di Mazzanti hanno mantenuto sempre un ritmo alto e si sono imposte con un perentorio (25-15).

Più complicato l’avvio della seconda frazione, l’Italia infatti ha perso lucidità in attacco e così la Bulgaria si è portata al comando (5-8). Le azzurre hanno dovuto affidarsi alla propria difesa per ritrovare ritmo, ma con calma e pazienza hanno impattato sul (13-13). Superate le difficoltà, la formazione tricolore è tornata in controllo del gioco e non ha avuto problemi ad allungare (20-14). Nel finale Malinov e compagne hanno gestito con autorevolezza il vantaggio, per poi chiudere (25-19).
Nel terzo parziale la squadra azzurra non ha commesso lo stesso errore e sin dall’inizio è balzata al comando (10-5). La Bulgaria, però, non si è arresa e grazie a un calo di ritmo dell’Italia ha trovato la parità (17-17). Sylla e compagne non si sono comunque spaventate e hanno immediatamente rispedito indietro le avversarie, andandosi a prendere la prima vittoria nella rassegna iridata (25-22).