Due giorni di grande pallavolo in ricordo di Andrea Scozzese, storico patron del progetto Volleyrò Casal de’ Pazzi. Giovedì 7 e domenica 8 dicembre si è disputato difatti il secondo Memorial Andrea Scozzese in cui si sono affrontate otto squadra Under 14 provenienti da tutta Italia, compresa una rappresentativa del CQT di Roma. A vincere di fronte al proprio pubblico e in un palazzetto pieno di entusiasmo è stata la squadra di casa che ha battuto in finale la Liu Jo Modena.

Intervenuto nella cerimonia di premiazione, Luciano Cecchi, Direttore Esecutivo dei prossimi Mondiali, ha augurato a tutte le atlete partecipanti un futuro pieno di soddisfazioni nella pallavolo: “A tutte le atlete presenti faccio i miei più sinceri complimenti per questa due giorni di volley e vi auguro di realizzare i vostri sogni e di raggiungere traguardi importanti in questa disciplina, certo che Andrea vi guiderà dall’alto e vi accompagnerà nel vostro cammino”. Grande commozione anche nelle parole del Presidente della FIPAV Lazio Andrea Burlandi che ha sottolineato il grande impegno di Scozzese per un volley migliore: “Ricordo l’enorme successo dei Mondiali Femminili 2014, quando Andrea era Presidente del COL. Scozzese manca certamente a tutta la pallavolo del Lazio e fa piacere vedere così tante giovani atlete giocare in suo ricordo”.
“La pallavolo romana deve tanto ad Andrea Scozzese e il suo ricordo ci accompagna ogni giorno”, ha detto il Presidente della FIPAV Roma Claudio Martinelli. “Il suo coraggio e la sua lungimiranza hanno permesso a una realtà come il Volleyrò di entrare nell’elite del volley italiano e ancora oggi, a due anni dalla sua tragica morte, il suo progetto è vivo più che mai”. Alessandro Fidotti, presidente dell’Associazione per Franco Favretto ha associato infine la figura di Scozzese a quella di Franco, indimenticato presidente del Comitato Provinciale di Roma venuto a mancare nel 2009:“Franco Favretto e Andrea Scozzese sono stati uniti da un amaro destino comune. Sono scomparsi prematuramente due innovatori che avrebbero potuto dare ancora tantissimo non solo alla pallavolo del territorio, ma a quella italiana in generale”.