L’Italia cala il tris di vittorie nel Campionato Europeo Under 17 e resta a punteggio pieno nel suo girone della prima fase, battendo la Turchia per 3-1 malgrado il passaggio a vuoto accusato nel terzo set. Dopo aver dominato i primi due parziali grazie a un servizio efficacissimo, le azzurre calano a loro volta in ricezione nel set successivo, non riuscendo a recuperare lo svantaggio iniziale; il quarto set è il più combattuto, ma le azzurre sono brave ad aggiudicarselo piazzando l’allungo decisivo sul 19-13. Oltre al servizio, la squadra di Mencarelli può contare su un attacco sempre efficace (40% di squadra); si distingue ancora Loveth Omoruyi con 17 punti e il 45% e va in doppia cifra anche Emma Cagnin (11), ma a brillare è in particolare la regia di Sofia Monza. Domani la competizione si fermer&agra ve; per il turno di riposo; l’Italia tornerà in campo martedì 17 aprile alle 14 (ora italiana) contro l’Ucraina, al momento ultima nella classifica del girone. Nella Pool I si segnala intanto la sorprendente sconfitta della Bulgaria contro la Slovenia (1-3), che permette alla Russia di passare al comando.

Mencarelli dà fiducia al sestetto vittorioso il giorno precedente contro l’Olanda, dando ampio spazio nel corso della partita a Frosini, Bulovic e Cortella. Le azzurre trovano ancora una partenza sprint, portandosi avanti 5-1 sul servizio di Nwakalor e allungando poi fino al 12-4 con Cagnin protagonista. I muri di Nwakalor e Bolzonetti fanno volare l’Italia sul 15-5, un altro ace di Cagnin porta il punteggio sul 22-10 e Nwakalor chiude agevolmente il primo set (25-15).
Travolgente anche nel secondo set la partenza delle azzurre, che dilagano addirittura fino all’11-1 sulla battuta di Omoruyi, grazie anche ai punti di Bolzonetti. La Turchia prova a recuperare qualche punto con numerosi innesti, ma il set è ormai segnato: Monza mette a segno l’ace del 18-8, Omoruyi la imita per il 21-11 e l’errore di Temiz mette fine al parziale (25-16).
La Turchia a questo punto trova una grande reazione e, approfittando di qualche errore di troppo da parte delle azzurre, nel terzo set recupera dal 4-2 per involarsi sul 4-12, con Ericek nel ruolo di trascinatrice. La neoentrata Cortella e Omoruyi provano ad accorciare le distanze (9-14), ma la Turchia scappa nuovamente sull’11-20 e gestisce il vantaggio fino al 14-25 che riapre l’incontro.
Si riparte nel segno dell’equilibrio, ma Nwakalor è brava a tenere avanti l’Italia (5-3) e sul servizio di Cagnin arriva un break importante per l’11-7. Bolzonetti e Omoruyi incrementano il vantaggio (15-9) e Consoli a muro evita la rimonta della Turchia (19-13), che però non molla fino al 20-17. Ci pensa ancora Consoli con attacco e battuta a dare lo strappo definitivo (23-17) prima dell’errore di Tokman che vale il 25-18.