L’Italia approda ai quarti di finale del Campionato Europeo 2021. Oggi pomeriggio, alla Stark Arena di Belgrado, le azzurre hanno superato 3-1 (25-14, 23-25, 25-17, 25-12) il Belgio e accedono alla fase successiva della competizione continentale.

Per le azzurre un primo set sempre in vantaggio, un secondo combattuto ma conquistato dalle avversarie, una terza e una quarta frazione nelle quali Sylla e compagne hanno dettato il ritmo e conquistato il sesto successo consecutivo in questa competizione.

L’Italia tornerà in campo mercoledì 1 settembre alle 17 per sfidare la vincente tra Russia e Bielorussia impegnate questa sera alle 20 nell’ultimo ottavo previsto.

Per questo ottavo di finale il ct Davide Mazzanti si affida al consolidato starting six di questo Europeo e schiera la diagonale Orro-Egonu, le schiacciatrici Pietrini e Sylla, le centrali Danesi e Chirichella e il libero De Gennaro.

Dall’altra parte della rete il ct del Belgio, Gert Van De Broek che deve fare a meno dell’infortunata Britt Herbots, fa scendere in campo il sestetto composto da Ilka Van De Vyver, Guilliams, Sobolska, Van Avermaet, Van Gestel, Janssens e il libero Rampelberg

E’ l’Italia a imporre il proprio ritmo e a portarsi in vantaggio in avvio di gara: un mani out di Egonu vale il +4 (8-4). Le azzurre continuano a macinare buon gioco e punti: Chirichella a segno ed è +7 (15-8). L’inerzia del set non cambia, il Belgio non riesce ad arginare la manovra di Sylla e compagne che possono agevolmente chiudere la prima frazione 25-14.

Secondo set meno semplice per le azzurre che questa volta si trovano difronte un Belgio più determinato e che mantiene il passo (8-8). Al primo allungo di Van De Vyver e compagne (8-10) il ct Mazzanti chiama time out. Al rientro le azzurre ristabiliscono la parità (10-10), ma sono le avversarie a ripartire (12-15). Cambio in regia tra le fila italiane: fuori Orro, dentro Malinov. Dopo essere state in svantaggio di 4 punti (13-17), un cambio palla e un buon turno di servizio di Danesi permetto alle azzurre di piazzare il break che vale il pareggio (17-17) e il sorpasso (18-17). Il Belgio reagisce, si riporta avanti (20-22), Pietrini ristabilisce la parità (23-23), ma sono le avversarie a conquistare il set (23-25) e a pareggiare i conti.

In avvio di terza frazione rimane Malinov al palleggio. Le azzurre approcciano il set con la giusta determinazione e si portano senza fatica sul +4 (6-2). Il time out chiamato dalla panchina del Belgio non cambia l’inerzia e l’Italia allunga ancora (12-6). Come avvenuto nella prima frazione sono le azzurre a dettare il ritmo della gara e a chiudere (25-17) riportandosi in vantaggio nel conto set.

Anche la terza frazione è targata Italia. Rotto l’equilibrio iniziale (3-3) sono le azzurre ad allungare il passo (8-4). Le ragazze del ct Mazzanti non si scompongono, con costanza conquistano punti e aumentano il distacco: due attacchi vincenti di Sylla valgono il +5 (10-5). Le azzurre sono incontenibili, piegano l’ultima resistenza belga e chiudono set e partita (25-12) conquistando l’accesso ai quarti.