Sulle pedane del Tav Vetralla (VT) si è appena concluso il Criterium Universitario 2021 di Tiro a Volo per le specialità del Trap e dello Skeet. La manifestazione, organizzata dal Cus Viterbo in collaborazione con il CUSI e con la Federazione Italiana Tiro a Volo, ha visto gareggiare ?? tiratori-studenti in rappresentanza di quattordici Centri Sportivi Universitari.

Per quanto riguarda la Fossa Olimpica, ad imporsi nella classifica dei tiratori di Categoria Eccellenza e Prima è stato Federico Girolimetti, ventunenne di Senigaglia studente presso l’Università di Ancona. A garantirgli la vetta del podio sono stati il 62/75 delle tre serie di qualificazione ed il 46/50 della finale. Con lui sul podio per l’argento è salito Simone D’Ambrosio di Crispano (NA) e rappresentante del Cus Napoli, oro nel Mixed Team alle Universiadi di Napoli del 2019, secondo classificato con 60/75 e 42/50. La medaglia di bronzo è andata al collo di Emanuele Buccolieri di San Pancrazio Salentino (BR) e rappresentante del Cus Roma, salito sul terzo gradino del podio con 68/75 e 28/40.

Al femminile la migliore tra le tiratrici in gara è stata la modenese Giulia Grassia, in gara per il Cus Napoli, che si è messa al collo la medaglia d’oro con l’eccellente punteggio di 72/75 nelle qualificazioni e 42/50 +4 nella finale. Ad insediare la sua scalata verso la vetta ci ha provato la salernitana di Cava de’ Tirreni Erica Sessa, impegnata in questa competizione per il Cus Napoli. Dopo essersi meritata la finale con il punteggio di 65/75, Erica ha eguagliato la prestazione della Grassia chiudendo la finale con 42/50 e poi ha dovuto cederle il passo nello spareggio con +3. Di bronzo, invece, la prova concretizzata da Greta Luppi di Crevalcore (BO), in gara per il Cus Mo.Re, con 64/75 e 29/40.

Infine, come ultima classifica individuale per il Trap, nel comparto dei tiratori di Seconda Categoria si è imposto Gabriele Fabbri di Lariano (RM), portacolori del Cus Roma, oro con 67/75. Con lui sul podio sono saliti Giovanni Spina di Sassari, in gara con i colori del Cus Sassari, che si è messo al collo la medaglia d’argento con 63/75, e Valentino Curti di Perugia, rappresentante del Cus Perugia, medaglia di bronzo con 62/75.

D’oro per la classifica a squadre il CUS Napoli con Simone D’Ambrosio, Lorenzo Buratta e Giulia Grassia.

Passando allo Skeet, tra i tiratori della classifica riservata alle categoria Eccellenza e Prima l’oro se lo è meritato Giovanni Menghi di Cecina (LI), in gara con i colori del Cus Roma, grazie al punteggio di 72/75 e solo tre piattelli lasciati scappar via. Con un solo piattello di ritardo ed il punteggio di 71/75 la medaglia d’argento è finita al collo di Alessio Levato di Pomezia (RM), portacolori del Cus Napoli, mentre quella di bronzo con 70/75 a quello di Andrea Lapucci di Monsummano Terme (PT), portacolori del Cus Pisa.

Al femminile la gara è stata dominata da Francesca Del Prete di Cisterna di Latina (LT), in gara per il Cus Napoli, che con il punteggio di 73/75 non ha avuto rivali. Con lei sul podio sono salite Giulai Basso di Gazzo (PD), portacolori del Cus Padova, seconda classificata con 69/75, e Damiana Paolacci di Roma, anche lei in rappresentanza del Cus Napoli, terza classificata con 62/72.

A Simone Venanzetti di Roma, in pedana con i colori del Cus Napoli, è andato l’oro della classifica della Seconda Categoria con il punteggio di 65/75 e quello a Squadre  insieme a Antonio Morandini e Francesca del Prete, tutti rappresentanti del Cus Napoli.