La quinta edizione della Emir Cup è entrata nel vivo con le prime tre serie di della Fossa Olimpica. La classifica provvisoria degli ID Number, ovvero tiratori che hanno gareggiato in competizioni internazionali ISSF, è guidata dall’azzurro Mauro De Filippis. Il poliziotto tarantino, lo scorso anno medaglia d’oro nella Prova di Coppa del Mondo di Changwon (KOR), è stato perfetto e domani si presenterà in pedana per le due restanti serie con 75/75.

Al femminile la migliore in pedana è stata la folignate Faimmetta Rossi, portacolori delle Fiamme Oro, che con un 23/25, un 22/25 ed un perfetto 25/25 si è portata in testa alla classifica Ladies con lo stesso punteggio realizzato anche da Carolina Paganin di Chioggia (VE) e da Giulia Grassia (Esercito) di Modena (MO).

Tra gli Junior la prima posizione provvisoria è stata guadagnata da Lorenzo Soldati di Sasso Marconi (MO), unico del suo comparto ad aver polverizzato 72 piattelli. Con lo stesso punteggio Sofia Littamè (Fiamme Oro) di Baone (PD) è andata a riposo come prima tra le Junior Femminili.

Saldamente in testa tra i No ID, ovvero tiratori che non hanno acnora debuttato in competizioni internazionali ISSF, c’è Marco Manna di Pestum Capaccio (NA), perfetto con 75/75.

Passando alle due classifiche riservate ai tiratori paralimpici, in quella dei Sitting il migliore è stato Daniele Parrettini di Castiglione del Lago (PG) con 63 e Francesco Nespeca (Carabinieri) di Monteprandone (AP) con 70.

Infine, nel comparto dei Veterani il più forte in pedana è stato il kuwaitiano Husam Alroumi con 69/75.