La stagione 2019 del Campionato Italiano Trial entra nel vivo. Superato un avvincente fine settimana vissuto a Gerola Alta, la massima eccellenza della specialità fa tappa a Ponte di Legno (BS) per il terzo di sei eventi previsti dal calendario. Una location che rispecchia appieno il connubio “Turismo e Sport” alla base dell’Italiano Trial, offrendo all’intero movimento un palcoscenico di prim’ordine per quella che si prospetta come un’effettiva festa delle due ruote trialistiche. La regia organizzativa del Moto Club Dynamic Trial, combinata alla piena collaborazione del Comune, Proloco e del Consorzio promotore turistico Ponte di Legno Tonale, renderanno elettrizzante il weekend di gara del 6-7 luglio sotto l’aspetto prettamente sportivo, con una serie di eventi destinati a catalizzare l’attenzione del pubblico di appassionati o di semplici curiosi che accorreranno numerosi in Alta Valle Camonica.

Prossimi al giro di boa della stagione 2019, Ponte di Legno si prospetta come una tappa cruciale per gli equilibri del Campionato Italiano Trial. In virtù delle vittorie conseguite tra San Gemini e Gerola Alta, nella top class TR1-Internazionale comanda a punteggio pieno il Campione in carica Matteo Grattarola (Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team), il quale dovrà tuttavia fare i conti con avversari carichi, determinati e competitivi. Da una parte Luca Petrella, trialista ufficiale Beta arrivato ad ex-aequo in termini di punteggio proprio con il Campione in carica nell’ultimo round, dall’altra Gianluca Tournour (Team SPEA GasGas Italia NILS), scattato dalla pole a Gerola Alta e reduce dalla top-3 di campionato nella FIM Trial-E World Cup. Grande attesa riposta nel fine settimana anche in Andrea Riva, giovane portacolori del Team TRRS Italia e tesserato proprio con il Moto Club Dynamic Trial, ma non solo: pronti a dar battaglia anche Lorenzo Gandola (Vertigo), Giacomo Saleri (Beta), Pietro Petrangeli (Sherco), Filippo Locca (Beta) e Francesco Iolitta (TRRS).

Nella classe cadetta TR2 sarà Manuel Copetti (Team TRRS Italia) a presentarsi da capo-classifica di campionato, seppur con una manciata di punti rispetto a Sergio Piardi (Beta), Stefano Bertolotti (Beta) e Luca Corvi (Team SPEA GasGas Italia NILS). Da seguire Carlo Alberto Rabino (Beta), attuale terzo nel Mondiale Trial125, e l’ex iridato 125cc Marco Fioletti, tornato alle gare proprio in occasione del Round 2 lottando fino all’ultimo per la vittoria.

La combattutissima TR3 riserva la leadership del giovane Andrea Gabutti (Team TRRS Italia) seguito da Michele Ruga (Scorpa) e da Giacomo Gasco (Beta) senza scordarsi del figlio d’arte Matteo Bosis (Beta) e di Luca Poncia, vincitore di Gerola Alta, affermati trialisti pronti a lottare per il primato. La TR3 125 dei giovanissimi da 14 a 21 anni di età proietta al comando a punteggio pieno Cristian Bassi (Beta) a precedere Valentino Feltrin (GasGas) e Dario Doglio (Team SPEA GasGas Italia NILS), mentre la TR3 Open si conferma aperta ad ogni pronostico con Marco Andreoli (Vertigo) capo-classifica, Paolo Brandani (GasGas) e Paolo Lazzaroni (TRRS) primi inseguitori. Non mancheranno emozioni nella TR4 con un gran numero di iscritti a cominciare da Michael Vignaroli, su Beta primo in campionato con 5 e 10 punti di vantaggio rispettivamente su Emanuele Gilardini (Montesa) e Davide Nava (GasGas).

Ponte di Legno rappresenta inoltre la terza tappa dell’inedita E-Trial, classe espressamente dedicata alle moto elettriche monopolizzata dagli alfieri del Future Trial Team su Electric Motion: Edoardo Verdari e Gian Paolo Concina, a pari merito, comandano la generale seguiti da Francesco Vignola e da Alessandro Delfino. Per quanto concerne la graduatoria Femminile, la Campionessa italiana e vincitrice della Coppa del Mondo Trial2 Women in carica Alex Brancati (Beta) andrà a caccia della terza vittoria di fila con Martina Gallieni (Team TRRS Italia), Emanuela Spadoni (GasGas) e Jasmine Rosina Conti (GasGas) pronte alla sfida.

Sempre a Ponte di Legno ritorna in azione il Campionato Italiano MiniTrial. Effettivo serbatoio di talenti della specialità, la serie tricolore riservata ai giovanissimi con almeno 8 anni compiuti si appresta a vivere il secondo appuntamento stagionale, nuovamente in abbinamento con i “grandi” del Campionato Italiano Trial. In base ai verdetti espressi lo scorso mese di marzo a San Gemini, nella MiniTrial A comanda Giacomo Brunisso dei Talenti Azzurri FMI, mentre il giovane atleta delle Fiamme Oro Mirko Pedretti è il leader della graduatoria B. Nelle altre categorie in gara, Matteo Cella comanda nella C, Alice Bergamo nella D, a Lorenzo Zaccarelli il primato provvisorio della Open con Martina Brandani al top nella Femminile B. Nel contesto del Campionato Italiano MiniTrial è presente anche la E-Trial B riservata alle moto elettriche con Michele Vietti Voli attuale capo-classifica. Per tutti i partecipanti si prospetta una nuova esperienza formativa a Ponte di Legno, sempre in un percorso chiuso al traffico e reso ancor più facilitato per i neofiti della specialità.

Il terzo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Trial 2019 si arricchisce di un appuntamento imprescindibile per la specialità. Sabato 6 luglio, subito dopo la conclusione delle qualifiche ufficiali, a partire dalle 19:00 in Piazza XXVII settembre avrà luogo la Presentazione ufficiale dei Team attivamente impegnati nell’Italiano Trial. Replicando il successo dell’evento tenutosi lo scorso anno a Lazzate, sul palco saliranno piloti, minder, tecnici, meccanici e staff delle squadre al via della serie tricolore, dedicando ampio spazio anche ai giovani talenti del Campionato Italiano MiniTrial.

In occasione del Round 3, Gino e Piero Sembenini entreranno a far parte della “Hall of Fame” dell’Italiano Trial. Parte integrante di una famiglia da oltre novant’anni impegnata nel motociclismo, Gino e Piero si sono affermati con successo nel Trial da piloti e team manager, contribuendo con la loro attività a Riva del Garda alla crescita e valorizzazione dell’intero movimento. Punto di riferimento per gli appassionati, praticanti e addetti ai lavori, per il loro apporto continuativo alle due ruote il Comitato Trial FMI ha deciso di insignire Gino e Piero Sembenini del prestigioso riconoscimento di “Hall of Fame” con la targa celebrativa che sarà loro consegnata nel pomeriggio di sabato 6 luglio.