Condividi

Il Settore Giovanile Federale non smette mai di regalare grandi soddisfazioni. L’ultima arriva dal dato di partecipazione al Campionato d’Inverno, celebrato ieri sulle pedane del Tav Laterina (AR), che ha toccato quota 262. Considerando che i partecipanti all’edizione del 2017 furono 201, la crescita complessiva supera il 30%, sintomo del grande apprezzamento da parte di tiratori e tecnici nei confronti di questo primo appuntamento della stagione.

Entusiasta il commento del Presidente federale Luciano Rossi, presente alle fasi finali della gara “E’ stata, come sempre accade nelle gare del Settore Giovanile, una grande festa di sport. Il Consiglio Federale, che mi onoro di presiedere, riserva molte attenzioni al Settore Giovanile, convinto che l’unico modo per poter proseguire la grande tradizione che contraddistingue il Tiro a Volo italiano sia quello di continuare a seminare ed investire sui giovani”.

Protagonisti assoluti sono stati proprio loro, che con tenacia e determinazione si sono affrontati senza sconti per aggiudicarsi i tricolore stagionali.

Ad aggiudicarsi quello in palio per gli Junior Maschili di Fossa Olimpica è stato Edoardo Antonioli, quindici anni di Lavezzola (RA), l’unico ad aver chiuso le due serie di gara con un perfetto 50 su 50. Con lui sul podio sono saliti anche Sebastiano Pedulli di Cervia (RA) e Nino Cuomo di Cancello ed Arnone (CE), entrambi approdati al punteggio di 48/50 e vincitori dei un super spareggio a quattro per l’argento ed il bronzo. Alla fine Pedulli si è meritato la piazza d’onore con +1, mentre a Cuomo è rimasto il terzo gradino con +0 e +2.

Tra le Junior Femminili il titolo di Campionessa d’Inverno se lo è meritata Giulia Grassia di Modena, prima nella sua classifica grazie ai punteggi di 22/25 e 24/25 concretizzati nelle due serie di gara. Con il totale di 46/50 ha messo in riga Erica Sessa di Cava de’ Tirreni (SA) e Gaia Ragazzini di Lavezzola (RA), argento e bronzo con 45 e 42 +1.

Passando al comparto degli Allievi, il migliore della classifica maschile è stato Manuel Romeo di Reggio Calabria (RC), oro con 47/50, seguito sul podio da Michael Cancedda di Giuspini (CA) e da Emanuele Galletti di Montorfano (CO), rispettivamente d’argento con 45 +3 +1 e di bronzo con 45 +3 +0, mentre in quella femminile il primato se lo è assicurata Elisa Tagliani di Castel Goffredo (MN), prima con 42/50 davanti ad Aurora Di Fabrizio Ortona (CH), seconda con 41 +3, ed a Michela Placidi di Fara Sabina (RI), terza con 41 +2.

Proseguendo con le classifiche di Trap, tra le Giovani Speranze il neo Campione d’Inverno è Mattia Morello di Marostica (VI), primo con 46/50, che ha condiviso il podio con Riccardo Mirabile di Rufina (FI), argento con 45 +1, e con Luca Lombardi di Santa Maria a Monte (PI), bronzo con 45 +0.

Infine, gli ultimi due titolo in palio per gli Esordienti se li sono meritati Cosimo Luca Salinaro di San Donaci (BR) con 44/50 tra i ragazzi e Maria Renzi di Sesse (LT) con 37/50 tra le ragazze.

Per la classifica a squadre regionali, il titolo di Campioni d’inverno se lo sono meritato i sei portacolori dell’Emilia Romagna Adoardo Antonioli, Giulia Grassia, Andry Cherchik Fabio Fiandri, Matteo Belloi e Gaia Cassinari, che con le loro prestazioni hanno totalizzato 261 punti su 300.

Passando allo Skeet, tra gli Junior Maschili lo scudetto stagionale è stato assegnato dopo un lungo duello, i cui protagonisti sono stati Elia Sdruccioli di Ostra (AN) e Filippo Maria Boncompagni di San Casciano Val di Pesa (FI). Appaiati a quota 48/50 al termine delle due serie regolamentari di gara, i due tiratori hanno proseguito lo scontro nello shoot-off finito poi con +12 a +11 a favore del marchigiano. Terzo sul podio, anche lui dopo uno spareggio, Matteo Cussigi di Tarcento (UD), bronzo con 46 +6.

Passando al comparto femminile, il titolo di campionessa d’inverno se lo è aggiudicato Giada Longhi di Roccaranieri (RI), migliore in pedana con il punteggio di 45/50. Alle sue spalle Giorgia Fancello di Acilai (RM) e Sara Bongini di Impruneta (FI), dopo aver concluso la gara con l’identico punteggio di 38/50, si sono affrontate in uno scontro diretto per l’argento ed il bronzo. Con +2 a +1 lo spareggio è stato propizio alla tiratrice laziale.

Tra gli Allievi la prestazione migliore è stata quella di Simone Spina di Casoria (NA), oro con il totale di 48 davanti ad Andrea Galardini di Calenzano (FI), argento con 47, e ad Andrea Lapucci di Monsummano Terme (PT), bronzo con 45 +4.

D’oro anche la prestazione del giovanissimo Stefano Carbone di San Giorgio Jonico (TA), primo tra gli Esordienti con 30/50.

L’ultimo titolo di Campione d’Inverno del 2018 se lo è meritato la squadra del Lazio. Giada Longhi, Federico Fravili e Francesco Bernardini hanno totalizzato 135 punti sui 150 a loro disposizione diplomandosi i migliori della stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here