Ha fatto ritorno al Trap Concaverde di Lonato del Garda (BS), dopo la pausa forzata dello scorso anno, la Grande Maratona a 150 piattelli. Ad aggiudicarsela, sotto il solleone di Ferragosto, è stato il modenese di Formigine Luca Bondi, che ha terminato la gara con il punteggio di 145/150. L’alfiere del Tav Accademia, grazie alle ultime tre serie chiuse a punteggio pieno, ha sorpassato e preceduto di un piattello il giovane Federico De Micheli (144/150), astro nascente delle Frecce verde-oro del Concaverde e tra i probabili convocati della squadra lonatese per la Coppa dei Campioni del prossimo 5 settembre. Terzo, a due piattelli dalla vetta, il veneto Francesco Pasin, con 143/150.

«Mi sentivo in ottima forma anche se, con questo caldo, non è stato facile realizzare un simile risultato – ha dichiarato nel post gara il vincitore, che già nel 2017 si era aggiudicato la competizione – Non mi aspettavo di vincere, ma le ultime tre serie mi hanno permesso di fare il bis in questa bella competizione».

I primi tre classificati sono stati i migliori anche delle rispettive categorie: Francesco Pasin (143/150) per l’Eccellenza, Luca Bondi (145/150) per la 1^ Categoria e Federico De Micheli (144/150) per la 2^ Categoria, mentre Mauro De Crema (135/150) è stato il migliore della 3^ Categoria. Passando alle qualifiche, i tiratori con il punteggio più alto sono stati: Paolo Bertoni (135/150) tra i Veterani; Giuseppe Bresciani (137/150) tra i Master; Tiziana Antonioli (135/150) per le Lady; Matteo Belloi (142/150) per gli Junior e Giambattista Verzeroli (127/150) tra i paratleti.

«Sono contento di avere reinserito la Maratona dopo lo stop dell’anno scorso dovuto alla pandemia -ha dichiarato Ivan Carella, presidente del Trap Concaverde – e di aver dato un seguito a questa gara tradizionale, ideata e voluta da mio zio Bruno, uno dei fondatori della nostra società, a un anno dal Quarantesimo anniversario di questa struttura. Ringrazio i 120 tiratori che hanno trascorso con noi questa giornata di festa e mi complimento per i risultati ottenuti in una delle gare più difficili e affascinanti del nostro circuito».