Lo Sporting San Cesareo lo aveva annunciato nei giorni scorsi. «Vogliamo consentire ai giovani del territorio di tornare a fare calcio nel loro paese». Detto, fatto: il club casilino va di corsa e già domani metterà in scena il primo “Open day” dedicato alla Scuola calcio. Dalle ore 10 alle 12, presso il centro sportivo “Roberto Pera”, tutti i ragazzini nati dal 2006 al 2013 potranno conoscere da vicino i nuovi componenti dello staff tecnico e organizzativo che si occuperanno del settore di base dello Sporting San Cesareo nella prossima stagione. Tutti gli “Open days” si espleteranno attraverso giochi ludici per i più piccoli e sessioni di allenamento per i più grandi. Un momento importante per la società nata sei anni fa che da dodici mesi a questa parte, stante la chiusura delle attività del “vecchio” San Cesareo, è diventata la prima e unica realtà calcistica del paese e dunque sente una responsabilità non da poco nei confronti dei giovani del territorio e delle loro famiglie. L’appuntamento, totalmente gratuito, sarà il primo di ben sei incontri in programma a giugno: l’evento si ripeterà tutti i sabati mattina del mese (nella stessa fascia oraria dalle 10 alle 12) e poi anche i mercoledì 13 e 20 giugno dalle ore 17 alle 19, il tutto in collaborazione con la Polisportiva Audace Genazzano Sanvitese. Per informazioni ci si può rivolgere alla segreteria di via del Campo sportivo 2 il martedì e giovedì dalle 17 alle 19,30 e il sabato dalle 10 alle 12,30 oppure ai numeri di telefono 3356279849 o 3208380279. Ovviamente l’intento dello Sporting San Cesareo è anche quello di riformare i gruppi del settore agonistica e anche sotto quel punto di vista sarà un’estate di lavoro. A tal proposito, va segnalato che i componenti del club casilino si sono rimboccati le maniche e stanno risistemando in queste ore il manto erboso del campo “A” del “Roberto Pera”, quello in erba naturale che si trova nella parte superiore del complesso sportivo ed era stato lasciato in stato d’abbandono dopo le note vicende capitate al “vecchio” San Cesareo.