Arriva il primo successo dei fuoriclasse trentini Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, ai Mondiali di Sci Alpino paralimpico in corso da ieri e fino al 1° febbraio tra Kranjska Gora (SLO) e Sella Nevea (ITA). Vale la medaglia d’argento il Gigante di oggi sulla pista slovena, nel giorno di apertura della rassegna iridata. I due atleti delle Fiamme Gialle, campioni paralimpici in carica della specialità in categoria visually impaired, con il crono di 2:08.58 (+4.94) si mettono in fila dietro allo slovacco Kubacka (2:03.06) e davanti all’austriaco Lahner (2:10.01). Grande prestazione di René De Silvestro, quarto tra i sitting, con 2:15.59, nella gara vinta dall’olandese Kampschreur (2:10.55), 19° Manuel Michieletto. Stessa posizione di classifica per Davide Bendotti in standing (2:22.10), mentre l’oro va al francese Bauchet (2:04.80).

«Sono contento della mia prestazione. La prima manche l’abbiamo fatta benissimo. Nella seconda ci è scappato qualche piccolo errorino, ma abbiamo sciato comunque bene. Tanto di cappello a Kubacka che è sceso in maniera straordinaria, il secondo posto per noi va più che bene: nelle prossime gare cercheremo di fare ancora meglio». Così Giacomo Bertagnolli dopo l’argento in Gigante, quarta medaglia in carriera ai Mondiali.

“Ancora un grande risultato per la coppia Bertagnolli-Casal. Splendido argento nel Gigante, al Mondiale di Kranjska Gora 2019. Applausi anche per Renè De Silvestro, quarto dopo una gara maiuscola. Siamo orgogliosi di questi ragazzi seri e talentuosi. Rappresentano il presente e futuro di questo movimento”. E’ quanto ha dichiarato Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Appuntamento il 23 gennaio con lo Slalom. Il 29 sarà di scena la discesa libera. Super combinata il 31 e il 1° febbraio il SuperG.