Una nuova settimana di sport porterà da lunedì prossimo tra i banchi di scuola atleti di tante discipline nell’ambito dell’iniziativa del CONI Lazio “I giovani incontrano i campioni”. La vetrina stavolta se la prendono i gruppi sportivi militari di Fiamme Gialle, Marina, Aereonautica e Fiamme Oro con i loro rappresentanti dei tuffi, canottaggio, ginnastica e rugby.

Maria Marconi, romana, atleta della Finanza, è la più giovane di tre fratelli tutti tuffatori. Tre olimpiadi in curriculum e in mezzo una lunga carriera con successi importanti (15 podi internazionali conquistati, inclusi europei e mondiali) e altrettanto importanti infortuni. Maria parlerà delle sue scelte sportive e di cosa significhi crescere in una famiglia che i tuffi ce l’ha nel DNA lunedì 21 agli studenti dell’I.C. Uruguay di Roma e mercoledì 23 a quelli dell’I.C. Capena. Martedì 22 sarà di scena la grande scherma con Andrea Pellegrini e Edoardo Giordan i quali, accompagnati dal Maestro Emanuele Di Giosaffatte, mostreranno agli studenti dell’I.C. Don Milani di Valcanneto quanto può essere coinvolgente una lezione su una carrozzina se ad impartirla sono due campioni con la loro esperienza e comunicatività. Lo stesso giorno, ma a San Felice Circeo, in provincia di Latina, a salire in cattedra con Enrica Marasca sarà si la Marina Militare, ma soprattutto il canottaggio, sport principe di queste coste insieme alla vela. Mercoledì 23 gennaio all’I.C. Volpi di Cisterna di Latina il protagonista sarà invece il taekwondo, disciplina olimpica, la più praticata tra gli sport di combattimento, grazie al maestro Andrea Di Girolamo. Giovedì 24 al Comprensivo Tiburzi di Roma, XI municipio, arriveranno le FF.OO. e con loro la palla ovale. La squadra della Polizia di stato, che invierà uno dei suoi giocatori all’incontro con gli studenti, è concentrata e alla ricerca di punti per la fase finale della Top 12. Ultimo appuntamento della settimana all’insegna della grazia, della coordinazione, della precisione.

Elisa Blanchi, oggi nelle fila dell’Aereonautica Militare, ha militato nella storica formazione azzurra di ginnastica ritmica che per anni ha trasformato il mondo nel suo palcoscenico, inventando nuove forme ed espressioni e iniziando un percorso che ha fatto scuola a livello internazionale. (nella foto FGI, ad Atene 2004 l’Italia conquista l’argento nel concorso generale. Elisa Blanchi è la prima da sinistra)