Sulle pedane toscane del Tav Laterina (AR) si è svolta la Finale del Campionato Italiano 2021 che ha assegnato gli scudetti Tricolore per la specialità. A misurarsi con i lanci sono stati in 124 per tutte le Categorie e le Qualifiche.

A meritarsi quello dell’Eccellenza è stato Cristian Ciccotti, ventiquattrenne romano in forza al Centro Sportivo dei Carabinieri. Entrato in finale con il punteggio di 122 +0, che gli ha assegnato l’ultimo dorsale disponibile, Ciccotti ha dimostrato di grande capacità tecnica e carattere da campione navigato e ha concluso la sua corsa alle medaglie sulla vetta del podio con un ottimo 57/60. Tra gli altri 5 finalisti a dargli più filo da torcere è stato Giancarlo Tazza, poliziotto di Caserta, quinto in finale con 122 +22 e poi d’argento con 56/60. Sul terzo gradino del podio si accomodato Gabriele Rossetti. Il poliziotto di Ponte Buggianese (PO), Campione Olimpico a Rio 2016, ha chiuso le qualificazioni con un quasi perfetto 124/125 +3 che gli ha garantito il dorsale numero due e si è messo al collo il bronoz con 45/50. In finale hanno duellato anche Luigi Agostino Lodde (Esercito) di Ozieri (SS), quarto con 124 +4 e 35/40, Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Caserta (CE), quinto con 123 e 28/30, e Niccolò Sodi (Carabinieri) di Arezzo, sesto con 122 +30 e 17/20.

Per quanto riguarda la qualifica delle Ladies, il tirolo di Campioenssa Italiana se lo è meritato Martina Maruzzo (Fiamme Oro) di Nanto (VI), prima in qualificazione con 120/125 +1 +2 e poi oro in finale con 55/60. Con l’argento è stata premiata la prestazione di Martina Bartolomei (Carabinieri) di Laterina Pergine Valdarno (AR), seconda sul podio con 120 +1 + 1 e 54/60, mentre la medaglia di bronzo è andata al collo di Chiara Cainero (Carabinieri) di Cavalicco di Tavagnacco (UD), Campionessa Olimpica a Pechino 2008 e medaglia d’argento a Rio 2016, terza classificata con 119 +1 e 44/50.

Da finale anche la gara di Chiara Di Marziantonio (Esercito) di Cerveteri (RM), quarta con 119 +2 e 32/40, di Simona Scocchetti (Esercito) di Tarquinia (VT), quinta con 115 +8 e 25/30, e di Diana Bacosi (Esercito) di Cetona (SI), Campionessa Olimpica a Rio 2016 e medaglia d’argento a quest’anno a Tokyo 2020, sesta con 117 e 16/20.

Tanti gli applausi che si è meritato il sedicenne Marco Coco (Fiamme Oro) di Ardea (RM) grazie all’eccezionale prova che gli ha regalato l’oro del Settore Giovanile con 119/125 in qualifica e 58/60 in finale. Con lui sul podio sono saliti anche Gabriele Di Giulio (Carabinieri) di Marino (RM), d’argento con 115 +2 e 54/60, e Paolo Micheli di Capannori (LU), medaglia di bronzo con 122 e 45/50.

Da scudetto Tricolore anche le prove di Carmelo La Volpe di Montegiordano (CS), oro tra i Prima categoria con 117/125 e 53/60, di Gian Luca Padelli, primo tra i Seconda categoria con 108/125 e47/60, di Fabio Zuccaccia di Perugia, oro tra i Terza categoria con 108 e 45/60, di Alberto Fattorini di Scanzano Jonito (MT), primo tra i Veterani con 112, e di Roberto Lepri di Firenze, primo tra i Master con 106.