derby
derby

Attesa per la giornata di domenica 9 ottobre all’Ippodromo Capannelle. E’ il momento clou dell’intera stagione per il trotto.
Spettacolo assicurato con una riunione di corse che avrà inizio alle 14.25 e, come tradizione, comprenderà anche il Gran Premio Turilli (16.30), le Oaks del Trotto (16.55) e quindi l’atteso Derby Italiano Sisal Matchpoint (17.20).

Sarà un pomeriggio all’insegna del grande sport ma anche del grande pubblico. Il programma degli eventi collaterali è infatti ricco di spunti interessanti, a cominciare dalla concomitanza con ‘Il Meglio di Millennium’, la mostra scambio auto, moto, cicli e ricambi d’epoca che ogni anno è attesissima dagli appassionati, e dall’Hippo Park, un paradiso di giochi gonfiabili che costituisce una novità in ippodromo e che sarà aperto per la gioia dei più piccini ogni domenica.

Spazio anche al sociale, negli 8 euro di ingresso (paganti dai 18 anni) per il derby day del trotto è compreso anche un voucher di 2 euro per il gioco e il contributo in beneficenza per l’attività del Fondo italiano per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il derby (gruppo 1, 770.000 euro, m. 2100), riservato a maschi interi e femmine indigeni di 3 anni, si disputa nel nuovo trotter di Via Appia Nuova dal 2014: la prima edizione fu vinta da Sugar Rey, quella del 2015 da Testimonial Ok.

Le Oaks del Trotto (gruppo 1, 220.000 euro, m. 1640), per femmine indigene di 3 anni), sono il Derby in rosa, ma va ricordato come in più occasioni le migliori rappresentanti della generazione abbiano corso e vinto contro i maschi proprio nel Nastro Azzurro. Si tratta dell’unico Gruppo 1 del calendario nazionale riservato esclusivamente alle femmine.

Il Premio Gaetano Turilli (gruppo 1, 187.000 euro, m. 2100) è uno dei grandi appuntamenti sulla media distanza per i cavalli di 4 anni e oltre di ogni Paese. La corsa è intitolata a quello che fu “anima” prima dell’ippodromo Villa Glori con Tino Triossi e poi soprattutto di Tor di Valle.