Tutto in un giorno: si svolgerà domani, domenica 19 settembre, il Trial delle Nazioni 2021. A Gouveia, in Portogallo, i piloti italiani sono pronti a vestire la Maglia Azzurra con l’obiettivo di confermarsi tra le migliori squadre a livello internazionale.

 

Una volta concluso il Mondiale di specialità, terminato oggi, gli atleti azzurri daranno il massimo confrontandosi con altre formazioni di primo livello. A seguire la squadra in terra lusitana sono presenti il Consigliere Federale Francesco Mezzasalma, il Coordinatore del Comitato Trial Damiano Cavaglieri e il Commissario Tecnico Fabio Lenzi.

 

Matteo Grattarola (Beta), Lorenzo Gandola (Beta) e Gianluca Tournour (GasGas) sono pronti a competere nella massima categoria maschile: la World, riservata alle migliori quattro squadre. Ne fanno parte, oltre all’Italia, la Spagna, la Francia e la Gran Bretagna. Le altre formazioni si confronteranno nella International. Sara Trentini (Vertigo), Andrea Sofia Rabino (Beta) e Martina Gallieni (Trrs) sfideranno le squadre avversarie nella Women, a categoria unica.

 

Da sottolineare i risultati di Gandola nel Mondiale Trial 2, di cui ha vinto gli ultimi due appuntamenti, e di Grattarola nella TrialGP, conclusa al quarto posto. Andrea Sofia Rabino ha conquistato invece la Coppa del Mondo Trial2 femminile davanti a Sara Trentini.

 

Il percorso di gara del Trial delle Nazioni si svilupperà per buona parte sulle stesse zone del Mondiale. La prima metà del percorso si svolgerà all’interno del greto di un torrente, quindi con zone umide e scivolose che richiederanno ottima concentrazione e tecnica di guida, mentre la seconda parte su un percorso asciutto a fondo misto. Il primo pilota prenderà il via alle 8.30.

 

Fabio Lenzi, Commissario Tecnico FMI: “La Maglia Azzurra è pronta per il Trial delle Nazioni. I piloti hanno potuto saggiare le zone di gara e sono carichi, determinati a dare il massimo per la nazionale. La prima parte del percorso potrebbe essere insidiosa, servirà molta attenzione da parte di tutti sia a livello maschile che femminile. I nostri atleti hanno le capacità per fornire prestazioni di livello in una competizione in cui lo spirito di gruppo è fondamentale. Entrambe le squadre hanno sia piloti giovani che di esperienza, una buona premessa per fare bene”.