GC32 World Championship - Villasimius 2021

Villasimius nel sud-est della Sardegna oggi ha dato il suo meglio, con una perfetta combinazione di vento, sole, acqua piatta, uno sfondo mozzafiato e un caldo benvenuto a terra alla Marina di Villasimius ai team dei catamarani volanti del Campionato del Mondo GC32.

Grazie ad un bel vento da nord-est a est, si sono potute svolgere cinque regate, con inizio poco dopo mezzogiorno e concludendo tre ore dopo.

Mentre all’inizio della giornata, erano solo tre i punti che separavano le prime cinque squadre, alla fine di oggi la classifica sta prendendo più forma. I doppi medagliati d’oro olimpici austriaci della classe Tornado, Roman Hagara e Hans-Peter Steinacher su Red Bull Sailing Team, hanno messo in campo un’altra giornata eccellente salendo sempre sul podio, e vincendo la terza e l’ultima regata. E possono ora contare su un forte vantaggio di sei punti, alla vigilia dell’ultima giornata di regate di domani.

“Villasimius ha reso onore alla sua fama oggi, e le condizioni si adattavano molto bene alle caratteristiche del nostro team”, ha detto un soddisfatto Hagara. “Avevamo un buon ritmo e abbiamo fatto pochissimi errori e la cosa buona è che potevamo fare affidamento su di un equipaggio affiatato. Anche nelle manovre dell’ultimo minuto, abbiamo fatto davvero bene oggi. È fantastico, davvero divertente regatare con questi ragazzi”.

Mentre Hagara dice che si sente sempre rilassato sul campo di regata, il Red Bull Sailing Team sembra aver trovato una marcia in più al mondiale di Villasimius, navigando con grande fluidità, abilità e facendo le scelte giuste. Delle regate di oggi e delle condizioni, la leggenda olimpica ha detto: “Il vento si è stabilizzato su una sola direzione, ottima cosa perché si poteva giocare con le raffiche e i cambiamenti. È un buon campo per navigare – l’acqua piatta è perfetta per queste barche. La sinistra era un po’ più forte, quindi bisognava uscire bene dalla linea di partenza. La flotta era sempre molto compatta al cancello di bolina”. L’equipaggio danese di Team Rockwool Racing sembra avere giorni che sono neri, bianchi, ma raramente grigi. Ieri è stato una giornata deludente, che li ha lasciati in ultima posizione, a 14 punti dalla testa della classifica. Oggi il pendolo ha oscillato dall’altra parte e loro, come Red Bull Sailing Team, si sono piazzati sempre nelle posizioni da podio (anche se non hanno ottenuto nessun primo posto), collezionando 13 punti oggi contro i nove di Red Bull. Questo li ha fatti salire al quinto posto, a 15 punti dalla testa della classifica e a sei dal podio.

“È stata una giornata migliore per noi di sicuro”, ha detto lo skipper del Team Rockwool Racing Nicolai Sehested. “È stato bello essere sul podio in tutte e cinque le gare dopo una terribile giornata di ieri con la brezza leggera e difficile. Abbiamo ancora molti punti da recuperare. Vogliamo fare la stessa cosa domani con cinque buone gare e vedere dove finiamo”.

I danesi hanno scelto il lato sinistro del campo oggi, partendo dal pin o nelle vicinanze. “C’è stato un po’ di giro alla boa al vento a sinistra e ogni volta che abbiamo incrociato le barche che arrivavano da destra, quindi ha pagato. Abbiamo lottato abbastanza duramente in ogni partenza… Oggi c’era una buona brezza costante, quindi si trattava più che altro di prendere decisioni coerenti e non fare grandi scommesse. Più brezza c’era, meglio era per noi”.

La barca con il punteggio più alto ieri è stata Black Star Sailing Team di Christian Zuerrer. Dopo aver lasciato un segno vincendo la prima regata di oggi, hanno ottenuto e un’altra performance solida, mantenendo la seconda posizione, anche se con i campioni del mondo in carica, Alinghi, con il fiato sul collo, un punto dietro.

“In gara 1 siamo andati a sinistra – la sinistra pagava sempre. Dopo aver vinto la prima regata abbiamo cercato la semplicità”, ha detto Zuerrer, aggiungendo: “È un livello assolutamente alto, con tutti i team in pochi punti. È ancora aperta”.

Il giovane equipaggio svizzero guidato da Sébastien Schneiter su Team Tilt ha completato la giornata con un 1-2 che lo pone al quarto posto. Mentre Erik Maris e Zoulou sono scesi dal primo gradino del podio provvisorio, ma sono ancora davanti ad Argo dell’americano Jason Carroll nella battaglia tra gli owner-driver.

Nel frattempo, a lottare sebbene all’ultimo posto c’è il team delle matricole della classe GC32, il Swiss Foiling Academy, guidato dal timoniere Loic Forestier e dal randista Julien Monnier, che punta a sviluppare giovani talenti. Il loro equipaggio comprende due donne, Jessica Berthold e Laurane Mettraux, permettendo loro di navigare in sei. “È dura, penso che stiamo navigando sempre meglio, ma i risultati non lo mostrano”, ha detto Forestier. “Dobbiamo continuare a provare. Penso che di bolina siamo migliorati, ma dobbiamo essere più stabili in poppa.”

Il Campionato del Mondo GC32 si svolge a Villasimius grazie al sostegno della Regione Sardegna, del Comune di Villasimius, della Marina di Villasimius, del Consorzio Turistico e dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara. L’evento è organizzato dalla sezione di Villasimius della Lega Navale Italiana, con il patrocinio della Federazione Italiana Vela e di World Sailing.