Claudia Cesarini
Claudia Cesarini

Si è svolta a Mosca la finale femminile dei Campionati del Mondo 2016. Una gara di notevole importanza in quanto oltre alle medaglie ha assegnato tre pass per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro. Tra le 36 atlete in gara c’erano anche le due azzurre Alice Sotero, già qualificata per l’Olimpiade, e Claudia Cesarini che, nonostante il 34° posto (1189 punti) è riuscita a centrare il pass per Rio de Janeiro in quanto le tre atlete a podio erano già qualificate, quindi i tre posti sono stati assegnati alle migliori del ranking olimpico non ancora qualificate tra le quali c’è l’azzurra. “Sono felicissima di aver centrato l’obiettivo della qualificazione olimpica al termine di una stagione intensa quanto ricca di soddisfazioni. Quella di Rio per me sarà la seconda Olimpiade e punterò a migliorare decisamente il risultato ottenuto a Londra – ha commentato l’azzurra a fine gara -”.

Ottima la prova dell’altra azzurra Sotero, che ha chiuso all’11° posto con 1350 punti centrando il miglior piazzamento della carriera ai Mondiali.

Per la cronaca, il titolo è stato vinta dall’ungherese Sarolta Kovacs con 1386 punti; argento per la francese Elodie Clouvel con 1374 punti, bronzo per la campionessa del mondo uscente, la tedesca Lena Schoneborn con 1373 punti. A squadre oro per l’Ungheria (4080 punti), argento per la Cina (4075 punti), bronzo per la Germania (4042 punti). Oggi c’è la finale maschile con in gara i due azzurri Auro Franceschini e Pier Paolo Petroni.

 

Le Azzurre

Buona la gara di Sotero che inizia con il 6° posto nel nuoto (2:12.10 – 304 punti) e si conferma nella stessa posizione dopo il nel ranking round di scherma chiuso con 214 punti (19v-16s). Nessun punto nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con 293 punti, l’azzurra mantiene la 6^ posizione con 811 punti totali. Nel combined, chiuso in 12:41.12 (539 punti), ha perso cinque posizioni chiudendo comunque col miglior piazzamento della carriera.

Sfortunata la gara di Cesarini che, dopo aver chiuso il nuoto al 29° posto (2:21.42 – 276 punti), è risalita al 24° posto al termine del ranking round di scherma, chiuso con 202 punti (17v-18s). Nessun punto nel bonus round di scherma e dopo l’equitazione, chiusa con soli 211 punti, l’azzurra è scivolata al 33° posto con 689 punti totali. Nel combined Cesarini ha chiuso in 13:20.58 (500 punti) perdendo una posizione.

Il podio

La francese Elodie Clouvel è stata straordinaria protagonista della prova di nuoto, che ha vinto in 2:06.59 (321 punti) eguagliando il primato mondiale stabilito dall’ungherese Foldhazi nel 2011. Dietro la francese si sono piazzate la russa Gulnaz Gubaydullina (2:07.24 – 319 punti) e la britannica Samantha Murray (2:08.40 – 315 punti). Il ranking round di scherma cambia la classifica al vertice. Al primo posto sale l’ungherese Sarolta Kovacs con 536 punti, al secondo posto balza la tedesca Lena Schoneborn con 531 punti, al terzo si conferma Murray con 529 punti e ad un solo punto di distanza c’è la brasiliana Yane Marques, mentre la francese Clouvel scivola al 7° posto, dietro l’azzurra Sotero. Il bonus round di scherma vede le prime tre della classifica confermarsi nelle stesse posizioni, anche se la Murray viene agganciata al terzo posto dalla coreana Soo Jin Yang che scala due posizioni. L’equitazione cambia qualcosa in testa: Kovacs si conferma prima con 838 punti, Yang sale al secondo posto con 829 (Schoneborn, invece, dal secondo posto scivola in 13^ posizione), Murray si conferma terza a pari punti con Marques (818). Risale di due posizioni Clouvel, quinta con 814, mentre al sesto posto l’azzurra Sotero viene raggiunta dalla russa Donata Rimsaite. Il combined ha visto la Kovacs dominare in solitaria fin dalla prima delle quattro serie di tiro-corsa, dunque vincere la gara e il titolo. Al secondo posto sale Clouvel, che completa così la rimonta e al terzo si piazza Schoneborn, capace di rimontare dieci posizioni. Infine una menzione per la lituana Laure Asadauskaite, che dal 21° posto è risalita fino al 4° nel combined sfiorando il podio.