Simone Pappacena
Simone Pappacena

La Roma Vis Nova ritrova nella 24ma giornata del campionato di serie A1 maschile la vittoria che mancava dal 27 febbraio (in casa con la Florentia), riaprendo così il discorso salvezza. Sul campo neutro di Firenze (piscina Nannini) la squadra di Cristiano Ciocchetti ha conquistato battuto Sori per 14-8, tre punti fondamentali per il proseguo della stagione, sia dal punto di vista mentale, sia della classifica.
Infatti con il pareggio interno del Bogliasco con la Florenzia si riaccende la lotta per il nono posto, che garantirebbe la salvezza diretta. I punti da recuperare a due giornate dal termine della stagione regolare sono cinque, la Vis per riuscire nell’impresa dovrebbe vincere il derby di sabato prossimo e in casa del Bogliasco nell’ultima giornata, sperando che gli stessi liguri non battano Savona nella prossima giornata.

Tornando al match con il Sori la squadra ha avuto una grande reazione dopo le ultime prestazioni in chiaroscuro, molto bene nel secondo e quarto tempo. Dopo un avvio equilibrato la Vis ha preso il mano il gioco nel secondo portandosi sul +2, poi nel terzo ha amministrato, nel quarto ha spinto sull’acceleratore e messo a segno un eloquente 6-2.

Sono andati a segno praticamente tutti gli effettivi, il miglior marcatorePappacena con 3 reti. Assenti i due brasiliani Bernardo Gomes e Jonas Crivella impegnati con la nazionale verdeoro nella World League. E ora saranno due settimane da vivere in maniera intensa, grande concentrazione sul finale.

Il commento del tecnico Cristiano Ciocchetti. “E’ stata una buona prestazione, abbiamo giocato bene, abbiamo avuto solo una pausa tra la fine del secondo e l’nizio del terzo, abbiamo giocato da squadra. Era un’occasione da non lasciarsi scappare, la squadra si è compattata ed è uscita anche qualche individualità in più, era una partita delicatissima e il gruppo ha risposto. Ora è tutto aperto per il nono posto, spero che a Savona si giochi con il coltello tra i denti e non tra scapoli e ammogliati, che sia una partita normale perchè noi non molleremo. Sarebbe buono per noi andarci a giocare nell’ultima partita a Bogliasco la salvezza, poi se lo stesso Bogliasco merita la vittoria, gli faremo gli applausi”.