Sono Mara Zaghet e Olesea Vaculencic le regine del nuoto pinnato della ‘Suzuki water Arena’ di Vasto ai Giochi del Mare organizzati dalla Fipsas in collaborazione con la Regione Abruzzo, la Guardia Costiera e l’Asl2. Entrambe, infatti, hanno messo in riga tutti gli avversari, uomini compresi tagliando la linea del traguardo per prime. 

Mara Zaghet, capitolina, atleta delle ‘Belle Arti’, plurimedagliata ha staccato di netto la concorrenza arrivando in solitaria all’arrivo dopo aver percorso i 2.000 metri in 20’08 del percorso. “E’ stata una gran gara – spiega – perché la vittoria era tutto tranne che scontata. Vasto mi ha accolta alla grande, le sensazioni in acqua sono state fantastiche: il mio percorso verso il Mondiali di Colombia continua spedito”. Fotofinish, invece, per Olesea Vaculnecic, ucraina residente ad Ortona dello Swim team Abruzzo che proprio sulla linea del traguardo ha superato il pescarese Ivan Amoroso: 24’26’’7 il suo tempo. “Vasto è la città delle donne, prima la Zaghet, poi io. E’ la dimostrazione che il ‘gentil sesso’ in gara è tutt’altro che gentile”. Ha raccontato con orgoglio la nuotatrice ucraina: “I Giochi del Mare sono una sfida vinta, la ripartenza dello sport è dal mare e dalla sabbia di Vasto dove si sono dati appuntamento oltre 400 atleti di 15 discipline sportive diverse. Quello che ci voleva” Parole del Sindaco Francesco Menna.