Per la prima volta in 38 anni di Trofeo Lazio di marcia una tappa si è disputata fuori dalla nostra regione. È la novità dell’edizione 2019 del “Trofeo Fulvio Villa” che sfonda i confini regionali e abbraccia l’Umbria per promuovere la marcia e allargare sempre di più gli orizzonti. Lo storico circuito del “tacco e punta” apre battenti da Narni con la prima prova che è andata in scena in una rigida mattinata, caratterizzata dalle bassissime temperature. Organizzazione curata dall’Avis Narni con il Comitato Regionale FIDAL Umbria e la collaborazione del Comitato Regionale FIDAL Lazio. Esordio dei nostri marciatori viterbesi della Finass Atletica Viterbo e dell’Atletica Alto Lazio con risultati alterni, comunque molto validi per saggiare la condizione di forma dopo il lungo periodo di preparazione invernale. Penalizzato oltremodo Michele Santoni dell’Alto Lazio all’esordio nella categoria Juniores, nella gara assoluta che chiude al 10° posto e 1° degli Juniores. Poco significativa la sua prestazione cronometrica a causa della misurazione poco precisa del percorso ma soprattutto per il fatto che è stato l’unico atleta fermato dalla giuria per 30″; contestabilissima la decisione ma naturalmente da accettare sportivamente come succede nelle gare di marcia, sperando che nel prosieguo del Trofeo non succeda nuovamente. Bene le Ragazze della Finass in una gara molto valida dal punto di vista tecnico che ha visto i progressi della giovanissima Giulia Mecarini, al secondo anno di categoria, salita quest’anno prepotentemente al 4° posto di classifica, e buona gara anche per Sara Cianchelli e Melita Bertoccini, rispettivamente undicesimo e quindicesimo, che pagano invece il passaggio nella categoria superiore.