Tutto è pronto per l’ultimo e decisivo atto della Coppa Rally ACI Sport in zona quattro, il Dolomiti Rally in programma per i prossimi 2 e 3 Ottobre, ed Xmotors Team scenderà in campo con tre punte, due delle quali attualmente in testa alle rispettive classi della serie federale e con in mano l’opportunità di firmare una doppietta.

In un matrimonio sin qui da favola, al culmine di una stagione a dir poco impeccabile a bordo della Peugeot 208 Rally 4 di PR2 Sport, Giampaolo Bizzotto avrà nel proprio obiettivo il terzo successo consecutivo nonché il quarto podio stagionale, in un 2021 decisamente magico.

Affiancato da Sandra Tommasini, alle note, al pilota di Tombolo basterà marcare soltanto un punto per garantirsi l’accesso alla finale di Modena, in chiave CRZ tra le R2C, ed il primato nel Trofeo Pirelli Accademia mentre per quanto riguarda il discorso R Italian Trophy il risultato più alla portata è quello di sorpassare Rampazzo al secondo posto, essendo il primo molto lontano.

“Abbiamo già corso qui nel 2014” – racconta Bizzotto – “ma le prove speciali si sviluppavano verso il Cansiglio pertanto si tratterà di un percorso totalmente nuovo per noi. Con la 208 abbiamo fatto un po’ di chilometri e credo che, visti i risultati, siamo sulla giusta strada. Vogliamo continuare così ma dobbiamo stare attenti a non commettere errori. Ci basta un solo punto per arrivare alla finale anche se, viste le voci di corridoio che parlano di nomi illustri tra le due ruote motrici, ci piacerebbe ottenere un bel risultato pure nella classifica finale assoluta.”


Reduce da un bel avvio al Bellunese, poi protagonista di uno sfortunato ritiro per noie meccaniche quando era in lotta per la classe, Manuel De Paoli cercherà conforto in una provincia che, nella prima trasferta stagionale, non si è rivelata troppo amica.

Il pilota di Feltre, con Daniel Reato alle note, sarà a bordo di una Peugeot 106 Rallye gruppo A, nell’intento di ripetere e, perchè no, migliorare il terzo gradino del podio, tra le millesei del produzione, firmato nella passata edizione, sfruttando la maggiore conoscenza del percorso.

Discorso ben diverso invece per Stefano Dall’Ò, in coppia con Matteo Magrin su una vettura gemella ma in versione produzione, attuale detentore dello scettro in CRZ di classe N2.

Il pilota di Belluno non potrà dormire sonni tranquilli, essendo ancora tallonato dal solo Petozzi che lo insegue con un ritardo di otto punti, e dovrà mantenere alto il livello di concentrazione.

“Ultima gara della quarta zona” – racconta Dall’Ò – “e ci presenteremo da primi in classifica. L’ultima volta che abbiamo corso qui era nel 2019 ed abbiamo concluso con la vittoria di classe quindi ci aspettiamo di essere competitivi anche in questa edizione. Il tracciato di quest’anno è molto bello, secondo me, sia per la conferma della Valada che per la prova nuova. Quest’ultima, vista dai video, è davvero interessante e non vedo l’ora di provarla. La prova notturna poi, per quanto corta sia, è sempre affascinante. Il nostro obiettivo, avendo otto punti di vantaggio, sarebbe quello di controllare Petozzi ma, essendo che qui abbiamo fatto sempre bene, proveremo a chiudere in bellezza la coppa di zona per poi pensare alla finale di Modena.”