Michele Marchelli
Michele Marchelli

Il terzo e quarto round del Campionato del Mondo di Enduro sono andati in scena sabato e domenica a Gouveia, in Portogallo. I ragazzi del Team Italia, impegnati su un fondo fangoso dovuto alla pioggia, sono stati protagonisti di prestazioni alterne.

Nella EJ, che ha visto vincere ancora una volta Giacomo Redondi, il ventunenne Michele Marchelli si è migliorato fra il primo e il secondo giorno, dimostrando di aver assimilato le difficoltà del percorso portoghese. 15° nel day 1, ha chiuso 10° il giorno successivo. Nel corso del fine settimana Matteo Rossi – 20 anni – ha fatto segnare alcuni tempi interessanti (4° nell’ultima Speciale del sabato) ma non è riuscito a trovare la giusta costanza; 12° e 17° di giornata i suoi risultati di giornata.

Sfortunato Mirko Spandre. Il ventenne impegnato nelle EY ha concluso il sabato al 5° posto, poi domenica durante la quarta Prova Speciale si è dovuto ritirare a causa di una distorsione al menisco del ginocchio destro.

Prossimo appuntamento con il Mondiale Enduro, il 21 e 22 maggio a Grevena, in Grecia.

Cristian Rossi, Commissario Tecnico FMI: “E’ stato un fine settimana difficile per tutti. Per quanto riguarda il Team Italia Enduro, Marchelli ha dato indicazioni positive soprattutto domenica mentre Rossi ha dato segnali interessanti ma non ha trovato il giusto feeling. In bocca al lupo a Spandre per una pronta guarigione. In linea generale, poi, è stato un bel weekend per gli italiani, in particolare per Redondi ma anche per Salvini e Monni, rispettivamente 3° nella E2 e 2° nella E3 domenica”.