Subito tre prove per i venti equipaggi iscritti al terzo appuntamento delle Miami Melges 20 Winter Series. Portate a termine grazie alla complicità di una brezza da est-sudest che ha soffiato tra i 9 e i 14 nodi, le regate hanno promosso al vertice della classifica gli statunitensi di Kuai (oggi 2-8-1), considerati tra gli outsider e guidati tra i salti di vento da Jeremy Wilmot.

Ma la vera novità è il secondo posto del Caipirinha Sailing Team (9-1-2) che, alla seconda presenza in questa competitiva classe monotipo, ha colto il primo successo di giornata e mostrato notevole regolarità.

“Guardare la classifica dall’alto fa sempre un bell’effetto, ma stiamo con i piedi per terra, come deve essere quando sei l’ultimo arrivato e tra le boe incroci con equipaggi che da anni navigano sul Melges 20 – ha spiegato Gabriele Benussi, tattico del team guidato da Alessandro Agostinelli con la consulenza del Team Manager Francesco Rubagotti, a bordo con il ruolo di trimmer – Ale è stato molto bravo nel tenere alto il livello della concentrazione nonostante per lui siano le prime esperienze al timone di questa barca piuttosto tecnica e grazie a un buon boat handling siamo stati in grado di agganciare alcuni salti di vento che ci hanno permesso di tenere testa agli inseguitori”.

A pari punti con il team portacolori della Fraglia Vela Desenzano si trova Nika (5-3-4), che impegna a bordo la medaglia olimpica Morgan Reeser, mentre a una sola lunghezza segue Stig (3-5-5), già vincitore di una Gold Cup, con Francesco Bruni di Luna Rossa Challenge alla tattica.

Le regate riprenderanno nella tarda mattinata di domani (metà pomeriggio in Italia): sono previste altre tre regate, prime delle due conclusive di domenica, ma tutto dipenderà dal vento, visto che i bollettini sono unanimi nell’annunciare una brezza oscillante attorno ai 5 nodi.