L’Europa ha trionfato nella 42ª Ryder Cup, battendo gli Stati Uniti per 17,5 a 10,5 sul percorso de Le Golf National a Parigi, e Francesco Molinari, autentico trascinatore della squadra condotta da Thomas Bjorn, oltre ad aver chiuso la sua terza Ryder Cup con la terza vittoria, ha segnato il punto decisivo, quello che ha portato lo score parziale a 14,5, che assicurava il trofeo, battendo Phil Mickelson (4/2).

Inoltre il torinese ha fissato un altro straordinario record in una annata strepitosa in cui ha firmato anche un major (Open Championship). Infatti, dopo essersi imposto nei quattro doppi insieme a Tommy Fleetwood, superando Mickelson è divenuto il secondo giocatore, e il primo europeo, nella storia del torneo a vincere cinque incontri su cinque in una edizione, eguagliando l’impresa riuscita nel lontano 1979 allo statunitense Larry Nelson.

Dalla Francia il testimone è passato idealmente all’Italia, prossima sede continentale dove di svolgerà la Ryder Cup. La 44ª sfida avrà luogo nel 2022 a Roma, sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club, anticipata dalla prossima in programma nel 2020 al Whistling Straits, di Kohler nel Wisconsin, in America.

Francesco Molinari è stato accompagnato da grandi cori da parte del pubblico durante tutta la gara. E’ divenuto un vero idolo internazionale e non solo della tifoseria europea, Inoltre lo stesso Francesco, di solito molto misurato, si è lasciato andare a scene di esultanza e gioia come mai aveva fatto in passato.