Il Presidente della FIDAF, Leoluca Orlando, ha voluto esprimere la propria soddisfazione per quello che è universalmente considerato come un evento storico per il football made in Italy. Cresce l’attesa per la prima FIDAF-CFL Combine, in programma sabato a Firenze.

“Questa è una grande opportunità per gli atleti italiani, un evento unico che di fatto apre una vetrina importante per il nostro football sul mondo del professionismo. Ma è anche un fondamentale momento di crescita per la nostra Federazione, che a Firenze compie un altro passo verso il consolidamento di una partnership importante, quale quella con la Canadian Football League. La FIDAF-CFL Combine offre la possibilità di mostrare il talento dei nostri giocatori, con la speranza che qualcuno di loro riesca, un giorno, a calcare l’importante palcoscenico del Campionato Canadese, regalando anche ai tanti italiani residenti in quel Paese la gioia e l’orgoglio di poter applaudire un proprio connazionale”. Leoluca Orlando, Presidente della FIDAF, ha voluto commentare così l’evento che sabato, a Firenze, punterà i riflettori sul football americano made in Italy. Cresce l’attesa e la curiosità di scoprire chi, tra i 22 atleti italiani e i 5 giocatori austriaci lo staff tecnico della Canadian Football League deciderà di portare a Toronto il prossimo 25-28 marzo per la CFL Global Combine.

Dopo gli appuntamenti del weekend a Firenze, Bristol e Francoforte, i canadesi voleranno a Tokyo e Osaka (1-2 febbraio) e Copenhagen (29 febbraio), per poi chiudere i lavori di scouting a Città del Messico (15 marzo).