“Le mie congratulazioni a Giovanni Malagò oggi rieletto presidente del Coni. L’importante risultato ottenuto è senza dubbio un riconoscimento al lavoro svolto. Abbiamo di fronte un quadriennio ricco di appuntamenti con l’obiettivo di confermare, e se possibile migliorare, quanto fatto negli ultimi anni dallo sport italiano. Faccio dunque a Giovanni un in bocca al lupo per le sfide che lo attendono rinnovando la piena collaborazione del Comitato Italiano Paralimpico, con la speranza che la grande famiglia dello sport italiano possa raggiungere traguardi sempre più grandi”. E’ quanto dichiara Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Giovanni Malagò è stato rieletto presidente del Coni, il comitato olimpico italiano, per il quadriennio 2017-2020. Per lui è il secondo mandato. Malagò ha ottenuto 67 voti sui 75 aventi diritto. Due schede sono andate al suo rivale, Sergio Grifoni; cinque le schede bianche, una nulla. La rielezione di Malagò è stata accolta da un lungo applauso. “Grazie a tutti, lavoriamo per stare insieme. Sono molto orgoglioso di voi”, ha detto il presidente.

Il Consiglio nazionale elettivo del Coni ha eletto i membri della nuova Giunta. Fra i presidenti entrano nel neo governo dello sport Franco Chimenti (Golf, 54 voti), Angelo Binaghi (Tennis, 45), Sabatino Aracu (Hockey e Pattinaggio, 34) e Alfio Giomi (Atletica, 30) e Flavio Roda (Sport invernali), vincitore al ballottaggio (45-25) con Luciano Rossi. Fra i dirigenti sono stati eletti Carlo Magri e Francesco Ricci Bitti. Fra i presidenti esclusi spicca il nome di Renato Di Rocco (Ciclismo), mentre fra i dirigenti è rimasto fuori Fabio Pigozzi.