Condividi
volley
Club Italia sconfitto 3-1 in casa

Nella quindicesima giornata della Serie A2 UnipolSai il Club Italia di Michele Totire ha incassato il primo ko interno dell’anno, cedendo 3-1 (25-23, 30-32, 23-25, 23-25) contro la Cassa Rurale Cantù.
Dopo un buon primo parziale gli azzurrini hanno pagato a caro prezzo gli errori commessi nei finali del secondo e terzo set. Nella quarta frazione gli ospiti hanno subito allungato per poi resistere a un bel tentativo di rimonta della squadra federale, sfumato per un soffio.
Tra le fila del Club Italia da segnalare la prestazione di Paolo Zonca autore di 23 punti, seguito da Andrea Argenta (17 p.). Come al solito ottimo l’apporto del muro: 23 i totali (14 di Argenta) contro i 5 avversari.
Come formazione iniziale Michele Totire ha schierato Zoppellarri in palleggio, opposto Argenta, schiacciatori Zonca e Margutti, centrali Di Martino e Galassi, libero Piccinelli.

Buono l’avvio di gara del Club Italia, subito al comando grazie ad una serie di errori degli avversari che faticano ad ingranare. Con il passare del gioco Cantù sale di livello e così le due squadre iniziano un lungo botta e risposta che si trascina fino al 18-18. A rompere l’equilibrio sono i lombardi che riescono a guadagnare tre punti di vantaggio 19-22. Nel momento di maggior difficoltà, però, gli azzurrini reagiscono alla grande e capovolgono le sorti del set, chiudendo 25-23.

Più equilibrato l’inizio del seconda frazione che vede le due formazioni esprimersi sugli stessi livelli. Ancora una volta è Cantù a tentare l’allungo, ma il Club Italia non ci sta e grazie ad una bella rimonta il finale si accende. Gli ospiti vedono vanificarsi diversi set point, ma i ragazzi di Totire hanno il demerito di sprecare alcune buone occasioni e così sono costretti a cedere 30-32.

Simile l’andamento del terzo set nel quale il Club Italia e Cantù si scambiano diverse volte il comando del gioco. Nelle fasi conclusive i canturini si dimostrano più concreti e gestendo bene il break guadagnato riescono ad imporsi 23-25.

Spinti dalla vittoria del parziale i lombardi partono meglio anche nel quarto set, mentre il Club Italia accusa alcuni passaggi a vuoto e perde terreno. Zonca e compagni, nonostante il pesante svantaggio, le tentano tutte per riaprire il match e con grande carattere si portano sino a un punto di distanza. Sotto 22-24 gli azzurrini riescono anche ad annullare un set point, ma Cantù riesce egualmente a chiudere 23-25.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here