In piena estate il CIV Junior non si ferma. Rispettando appieno una tradizione che prosegue ininterrottamente da diversi anni, il fine settimana del 21-22 luglio prossimi riporterà in pista i talenti del Campionato Italiano MiniGP 50cc, delle classi del Campionato Italiano OHVALE GP-0 e del monomarca Yamaha R125 Cup all’Autodromo dell’Umbria di Magione, impianto polivalente destinato ad offrire gare avvincenti con inevitabili ripercussioni anche per quanto concerne la corsa al titolo. Giunto al Round 7-8, il CIV Junior si appresta così a vivere il rush finale della stagione 2018 confermando la crescita in termini di iscritti, adesione di aziende e team nella costante ricerca dei Campioni di domani.

Il penultimo appuntamento stagionale del CIV Junior può risultare persino decisivo per l’assegnazione dei primi titoli italiani della stagione 2018. Un’eventualità nel fine settimana di Magione da non escludere nella MiniGP 50cc con Luca Lunetta (RMU AC Racing Team), fortificato da un sensazionale ruolino di marcia comprensivo di 5 vittorie nelle 6 gare sin qui disputate, capo-classifica con 27 punti di vantaggio rispetto all’esordiente Demis Mihaila (RMU Pasini Racing), 57 a scapito di Flaviomassimo Piccolo (RMU DPS Racing) e 64 nei confronti di un’altra rivelazione del campionato come il rookie Alex Venturini (RMU Pasini Racing). Un poker di Talenti Azzurri FMI che precede nella generale Edoardo Boggio (RMU AC Racing Team), quinto con gli altri due alfieri RMU Pasini Racing Nicolas Fruscione e Corentin Savary a seguire ed attesi protagonisti nel weekend di Magione.

All’Autodromo dell’Umbria grandi attenzioni riservate anche alle classi del Campionato Italiano OHVALE GP-0, formula affermatasi sempre più come palestra formativa per i piloti di prospettiva in sella a moto equipaggiate da propulsori 4 tempi a marce. Nella OHVALE GP-0 110 conduce Riccardo Trolese grazie ad un rendimento sin qui impeccabile, discorso similare nella 160 con Edoardo ‘Edos’ Liguori al suo primo potenziale “match point” campionato per un proposito condiviso anche da Alessandro Zanca, leader della classe 190.
Nella Yamaha R125 Cup, monomarca promosso da AG Motorsport Italia giunto alla sua decima edizione registrando un considerevole numero di partecipanti, Matteo Vannucci si è rivelato finora il miglior interprete della piccola “R” dei Tre Diapason. Con 5 vittorie e 1 secondo posto in 6 round conduce infatti a quota 145 punti la classifica di campionato distanziando i suoi più diretti inseguitori Alessandro Lo Bosco (88) e Mattia Capogreco (81), a seguire Stefano Borgonovo (79) ed Alessandro Cetara (73).