Gara bagnata, gara fortunata. La rivisitazione del vecchio proverbio popolare in chiave ciclocrossistica è da sempre una garanzia di buona riuscita. Anche se i lampi e i tuoni che dalle quattro di questa notte han tenuto svegli gli addetti ai lavori (e non solo) ci hanno messo (eccessivamente) lo zampino, il tracciato del Gran Premio Città di Follonica si è presentato nella migliore delle vesti crossistiche, quella del fango. Così la quarta tappa del Giro d’Italia Ciclocross ha finalmente incontrato l’elemento principe di questa disciplina, offrendo uno spettacolo unico all’interno dell’arena naturale ricavata dove un tempo correvano veloci i cavalli e i fantini.

Con oltre 500 atleti al via, e anche un divertente short track per i giovanissimi, in una perfetta cornice autunnale va dunque in archivio il Gran Premio Città di Follonica Per Power grazie allo splendido sforzo organizzativo della Free Bike Pedale Follonichese e dell’ASD Impero, coordinati dall’ASD Romano Scotti in una intensa settimana di lavoro sul campo. Settimana in cui il meteo è stato sempre clemente con gli addetti ai lavori, per poi dare il meglio di sé con gli atleti. Il maltempo, infatti, non ha dato tregua in tutta la giornata: le prime gare di mattina sono andate in scena col freddo e poi, sino alla premiazione, baciata da un beffardo raggio di sole, tutte le corse si son disputate sotto una leggera ma costante pioggerellina. Un’occasione preziosa per far emergere tutti qui valori tecnici che si esprimono maggiormente sui terreni scivolosi e ricchi di insidie, dando vita a competizioni spesso incerte sino alle ultime curve.

Grande la soddisfazione del sindaco di Follonica Andrea Benini: «Io ho vissuto questa giornata con emozione e soddisfazione, è stato un grande lavoro di squadra e ne abbiamo dato una dimostrazione concreta. Coloro che hanno permesso di realizzare questa meraviglia, Free Bike Pedale Follonichese 1956 e ASD Impero sono persone che si dedicano al ciclismo da una vita con passione, persone capaci che hanno fatto del loro meglio collaborando l’una con l’altra. La location del Parco Centrale ex Ippodromo è l’ideale perché sembra pensata apposta per il ciclocross, con questa arena naturale – ha osservato il primo cittadino manifestando l’apprezzamento di tutti gli addetti ai lavori per lo scenario ciclisticamente perfetto – Se da un lato la pioggia ha fatto sì che fosse più emozionante per i corridori, d’altro canto abbiamo perso un po’ di pubblico, ma siamo felici di vedere negli occhi di questi corridori la fatica, il coraggio e la felicità, fotografata in quei visi fangosi, affaticati, ma appagati. Sul ciclismo e sullo sport vogliamo continuare ad investire, la spinta ce la dà un titolo conquistato di recente, quasi lottando nel fango, ovvero di Comunità Europea dello Sport 2023, del quale tra alcuni mesi ritireremo ufficialmente la bandiera. Grazie all’ASD Romano Scotti – ha concluso Benini – perché ho trovato una capacità organizzativa assoluta, queste manifestazioni funzionano se c’è una grande professionalità dietro e quinte, che è proprio quella che ho riscontrato».

«Abbiamo trovato qui delle persone fantastiche – gli ha fatto eco Fausto Scotti, presidente dell’ASD Romano Scotti e Coordinatore del Giro d’Italia Ciclocross – e quando la squadra è così coesa, anche se ci si stanca, non ce ne si accorge. Abbiamo portato lo spettacolo del ciclocross in un ambiente che sembra cucito su misura per questa disciplina e di questo la Città di Follonica dovrà farne tesoro. Grazie Free Bike Pedale Follonichese e ASD Impero, avete dimostrato a tutti quanto lontano si va facendo rete e costruendo una solida base. I risultati, sono sotto gli occhi di tutti».
Il Giro d’Italia Ciclocross è pronto ora per una trasferta nel profondo sud: sarà il Gargano, lo “sperone” dello Stivale ad accogliere la tappa numero 5, che si disputerà nel comune di Mattinata, in Puglia. Il centro della provincia di Foggia, noto per le scogliere di bianchissima roccia calcarea, sarà riscoperto in una veste tutta autunnale e soprattutto, per la prima volta ciclocrossistica, grazie alla sinergia tra la Scuola di Ciclismo Franco Ballerini Bari, il Team Bike Terenzi e, ovviamente, l’ASD Romano Scotti. Data da cerchiare in rosso: 28 novembre, Gran Premio Città di Mattinata.