Riccardo Ilari (foto Romani)
Il Trastevere soffre le proverbiali sette camicie per battere il Castelnuovo Vomano nella nona giornata del girone F e tornare al successo esterno dopo due sconfitte consecutive. Mazza è costretto ancora a fare a meno di capitan Massimo, sostitutito da Lapenna a centrocampo e rilancia Ilari titolare sulla fascia sinistra di difesa al posto di Laurenzi. I padroni di casa, reduci dalla convincente vittoria a Chieti, partono forte e tra il 7′ e l’8′ spaventano Semprini, attento sul destro di Ripa e graziato dalla mira difettosa di Marianeschi, liberato da uno schema su punizione. I neroverdi sono aggressivi e pressano alti ma si scoprono fragili in difesa e il Trastevere ne approfitta al primo vero affondo: è il 21′ quando Lapenna lavora palla sulla sinistra, verticalizza per Corsetti che, dal lato corto dell’area, crossa basso per il mancino vincente di Sannipoli, lasciato libero al centro dell’area di rigore. La rete smorza l’entusiasmo dei padroni di casa, gli amaranto rallentano i ritmi senza affondare il colpo ma si rendono comunque pericolosi con Sannipoli, che al 40′ costringe Greis alla parata bassa. Nel finale di tempo succede di tutto, prima Semprini è provvidenziale con un’uscita a valanga su Ripa, poi Marianeschi rimedia il secondo giallo per un intervento col gomito alto a centrocampo e quando ormai il primo tempo sembra destinato a chiudersi con gli ospiti avanti, ecco arrivare l’inatteso pareggio. Casimirri calcia una punizione dalla propria trequarti, Ripa fa la sponda di testa per Terrenzio il cui diagonale viene corretto in rete dallo stesso Ripa, appostato al limite dell’area piccola. Rivitalizzato dal gol, il Castelnuovo Vomano approccia meglio la ripresa e va vicino al sorpasso in due occasioni. Al 48′ Semprini si distende e toglie dall’angolino un tiro insidioso di D’Egidio, sul successivo corner è Ripa a mancare il bersaglio di testa di poco. Il Trastevere stenta a rendersi pericoloso ma a dargli una mano ci pensa Ripa che, già ammonito, commette un fallo ingenuo a centrocampo e lascia i suoi in nove. Con la doppia superiorità numerica i rionali si riversano in attacco e vanno vicini al nuovo vantaggio, prima con il colpo di testa di Tarantino sul quale è attento Greis, poi con Squerzanti, che calcia alto col destro appena fuori dall’area. La rete arriva all’83’ ed è una prodezza del nuovo entrato Bay, che gira al volo col destro una sponda aerea di Giordani e batte l’incolpevole Greis. Sembra finita ma i neroverdi non si arrendono e nei minuti di recupero è un altro nuovo entrato, Bolo, a rendersi pericolosissimo in due circostanze. Il Trastevere si salva e incassa tre punti di capitale importanza, che gli permettono di allungare in testa visto il concomitante pareggio tra Atletico Terme Fiuggi e Recanatese.
Esultanza Trastevere (foto Romani)
Mauro Mazza – Il Trastevere torna alla vittoria in trasferta ed espugna Castelnuovo Vomano non senza difficoltà. Mauro Mazza analizza il successo ottenuto in nove contro undici: «Eravamo consapevoli delle difficoltà della gara, non siamo stati abbastanza lucidi e calmi nel gestire l’uomo in più nella ripresa e ci siamo fatti prendere un po’ dalla frenesia. Dobbiamo lavorare ancora di più su certi dettagli, ma intanto prendo anche le cose positive, come la straordinaria forza del gruppo. Siamo in emergenza numerica e oggi abbiamo anche perso Corsetti nel primo tempo, ma anche chi gioca meno o entra dalla panchina, riesce sempre a dare qualcosa in più per aiutare i compagni a vincere». Nel prossimo turno arriverà a Roma la matricola Porto d’Ascoli: «Hanno entusiasmo e sono galvanizzati dall’ottima classifica. Non ho ancora avuto modo di studiarli ma sarà sicuramente una partita difficile, come tutte in questo girone. Fino ad ora non ho visto squadre materasso, tutte hanno valori importanti e riescono a coniugare qualità e aggressività. I risultati della domenica dimostrano che non ci sono partite scontate”.
Riccardo Ilari – Schierato nuovamente titolare in campionato ad oltre un mese di distanza, Riccardo Ilari non ha fatto rimpiangere Francesco Laurenzi sulla corsia sinistra. L’esterno ha parlato dopo il successo in casa del Castelnuovo Vomano: «Non è stata una partita semplice e il merito va dato anche ai nostri avversari, capaci di rimanere sempre in partita anche in inferiorità numerica. Noi volevamo a tutti i costi tornare a vincere fuori casa dopo le due sconfitte consecutive e siamo felici di averlo fatto, nonostante qualche brivido di troppo nel finale». L’ex Siena si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa: «Giocare è sempre importante perché ti permette di mettere minuti nelle gambe, io sto cercando di ritagliarmi il mio spazio all’interno della squadra. Il nostro è un gruppo di valore e i risultati lo stanno confermando».
Andrea Santilli – Quinta presenza in campionato per Andrea Santilli, schierato nel finale di gara al posto di Monni nella trasferta di Castelnuovo Vomano: «Siamo riusciti a vincere e questa è la cosa più importante. Non credo che le battute di arresto di Pineto e Recanati fossero figlie di un approccio sbagliato o di un problema a livello psicologico, quanto piuttosto di alcuni episodi e del valore degli avversari». Santilli è uno dei tanti giovani a disposizione di mister Mazza: «Davanti la concorrenza è tanta e di assoluto livello, sta a noi farci trovare sempre pronti quando veniamo chiamati in causa. Allenarsi e giocare insieme a calciatori che hanno una grande esperienza non soltanto in D, ma anche in categorie superiori, ti aiuta a crescere ancora più rapidamente. Personalmente, poi, sono un giocatore molto duttile e posso essere impiegato in più posizioni del reparto avanzato».