Condividi
L’Ippodromo delle Capannelle incorona in maglia rosa Nadir Colledani e Chiara Teocchi

L’Ippodromo delle Capannelle di Roma ha ospitato l’ultima fatica del Giro d’Italia Ciclocross. All’interno dell’impianto romano si è svolta la settima edizione del Memorial Romano Scotti, manifestazione internazionale organizzata dall’Asd Romano Scotti, società organizzatrice dell’intera corsa rosa. Come già avvenuto nella scorsa stagione, il circuito che in passato ha ospitato la prova italiana di Coppa del Mondo Uci ha assegnato le maglie rosa definitive della manifestazione a tappe internazionale.

Presente alle premiazioni finali anche il presidente Fci Renato Di Rocco insieme al presidente del Cr Lazio Fci Mauro Antonio Pirone e ai rappresentanti del Parioli Salus e dell’azienda di integratori Integra Sport.

La pioggia scesa nei giorni scorsi ha reso abbastanza pesante il terreno di gara. L’impianto è stato preso d’assalto da tanti appassionati della disciplina che non sono voluti mancare a quello che è il primo evento internazionale di ciclismo – in ordine temporale – che si svolge a Roma. La gara è stata valevole anche come ultima tappa del Trofeo Romano Scotti +Vista Lazio Cross.

Molto equilibrato è stato l’avvio della gara Open maschile: tutti i pretendenti per la maglia rosa finale hanno formato subito un folto gruppo di testa, composto da Nadir Colledani (Trentino Cross Selle Smp), Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti), Cristian Cominelli (Promo Cycling), Nicolas Samparisi (Selle Smp Dama Focus) e Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti). Dopo le prime due tornate di sostanziale equilibrio Bertolini ha decisamente cambiato passo ed è riuscito a fare il vuoto: dietro di lui Colledani e Sala hanno proceduto appaiati, mentre Cominelli ha provato a non mollare fino alla fine. Bertolini conquista un bellissimo successo nell’impianto capitolino, mentre Colledani, secondo, conquista la maglia rosa finale del GIC e la maglia bianca di miglior giovane. Il podio di giornata è chiuso da Stefano Sala, apparso in grande condizione.

La gara Open femminile ha visto un bellissimo avvio di Eva Lechner (Esercito – Luna) e di Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti): una foratura nelle fasi iniziali, in una zona lontana dai box, ha messo in difficoltà la Lechner, che ha dovuto percorrere un giro con un tubolare a terra. Mentre la Arzuffi si involava in testa, con un bellissimo ritmo di gara, l’altoatesina ha mantenuto la seconda posizione davanti a Chiara Teocchi (Bianchi Countervail), che partiva con il simbolo del primato sulle spalle. Il successo è tutto per la Arzuffi, che ottiene un bellissimo successo sul fango di Roma; Lechner e Teocchi si piazzano dietro di lei. La Teocchi, con questo piazzamento, conquista la maglia rosa di categoria, vincendo così il Giro d’Italia Ciclocross nella massima categoria femminile. La maglia bianca è di Sara Casasola (Trentino Cross Selle Smp), che chiude quinta alle spalle di Alessia Bulleri (Vaiano).

Nella prova riservata agli Juniores i corridori che si sono giocati il successo fino alle ultime curve sono stati Jakob Dorigoni (Sudtirol) e Antonio Folcarelli (Promo Cycling): i due sono stati autori di una grande corsa e sono stati bravi ad imporre il proprio ritmo fin dalle fasi iniziali di gara. Il successo è andato a Dorigoni, che ottiene il successo davanti al vincitore della maglia rosa finale. Michele Bassani (Work Service Brenta) chiude il podio di categoria.

Nella categoria Allievi il pubblico ha potuto assistere ad un bellissimo duello tra Tommaso Dalla Valle (Sorgente Pradipozzo) e la maglia rosa Federico Ceolin (Libertas Scorzè); Mario Zaccaria (Promo Cycling) ha cercato di contrastarli dopo una buona partenza, ma non è riuscito a portarsi sorto ai due corridori. Nelle ultime curve Dalla Valle riesce a distanziare il proprio avversario, ottenendo così il successo di tappa; Ceolin, secondo, conquista la maglia rosa. Chiude il podio Mario Zaccaria. Tra le donne Nicole Fede (Iaccobike cadrezzate) ottiene la quinta vittoria su cinque tappe del Giro d’Italia Ciclocross 2015/2016: dietro alla dominatrice incontrastata della categoria Allieve si piazzano Gaia Masetti (Valcar) e Giulia Bertoni (Cadrezzate Guerciotti).

La gara riservata alle categorie Esordienti ha visto l’ennesimo dominio di Gabriele Torcianti (Trentino Cross Selle Smp): il marchigiano ha ottenuto il quinto successo su cinque gare nonostante fosse ormai sicuro di aver conquistato la maglia rosa. Salgono con lui sul podio Igor Gallai (Sorgente Pradipozzo) e Marco Cao (Sorgente Pradipozzo). Tra le donne Emma Faoro (Sportivi del Ponte) riesce a vincere il solito duello con Letizia Brufani (Lu Ciclone); la vittoria le permette di vincere la maglia rosa. Sale sul podio in terza piazza Giorgia Negossi (Mtb Santa Marinella).

Nella gara promozionale Giovanissimi G6 vittoria di Ivan Carrer (EuroBike) davanti a Thomas Menicacci (Promo Cycling) e a Federico Minori (Punto Bici Aprilia). Tra le donne l’unica partecipante è Elisa Giunta (Punto Bici Aprilia), che conquista un bellissimo quarto posto assoluto.

La giornata di gare ha preso il via con la categoria Master: nella prima fascia si conferma in rosa Massimo Folcarelli (Promo Cycling) davanti a Mirco Balducci (Tondi Sport) e a Fabrizio Trovarelli (Due Ponti Bike Lab). Nella seconda fascia si aggiudica il successo Gianfranco Mariuzzo (Mtb Santa Marinella) davanti a Sauro Nocenti (Cavallino Specialized) e a Luigi Carrer (Eurobike). Tra le donne Chiara Selva (Spezzotto) trionfa in rosa davanti a Claudia Cantoni (Team Bike Civitavecchia) e a Marika Passeri (Dueponti BikeLab).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here