Oggi, sul bacino olimpico del Sea Forest Waterway, si è conclusa la seconda giornata di eliminatorie e l’Italia del canottaggio avanza compatta piazzando in finale anche il quattro senza di Giuseppe Vicino, Matteo Lodo, Bruno Rosetti e Matteo Castaldo al termine di una gara in cui la Gran Bretagna ha avuto la meglio sulla formazione azzurra per tre quarti di barca. Il quattro senza raggiunge così in finale il quattro di coppia che ha centrato l’obiettivo nella prima giornata di eliminatorie. Acuti anche per le altre quattro barche in gara che hanno conquistato l’accesso per la semifinale: il doppio pesi leggeri femminile di Valentina Rodini e Federica Cesarini, con il secondo posto dietro alla Francia rivelatasi più coriacea del previsto; il doppio pesi leggeri maschile di Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta ha, invece, agguantato la semifinale alle spalle della Germania che non si è risparmiata nonostante la sicurezza del passaggio chiudendo davanti agli azzurri che non hanno spinto al massimo.

Turno superato anche per i due senza femminile e maschile. Aisha Rocek e Kiri Tontodonati hanno chiuso il percorso al terzo posto alle spalle di Canada, prima, e Romania, seconda, ma la distanza dagli Stati Uniti, quarti, non le ha impensierite più di tanto e non hanno forzato la mano, complice anche l’eccessiva temperatura che ha attanagliato questa mattina il campo di gara. Secondo posto dietro all’Australia, infine, per il due senza di Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo impegnati più a mantenere la direzione per il vento che imperversava nella parte iniziale che a voler attaccare la formazione australiana. Domani terza giornata di gare con il recupero del quattro di coppia femminile, di Valentina Iseppi, Alessandra Montesano, Veronica Lisi e Stefania Gobbi, programmato alle 10.50 (le 3.50 italiane), il quarto di finale del singolo maschile di Gennaro Di Mauro che gareggerà alle 11.40 (le 4.40 in Italia) e la semifinale del doppio femminile, di Alessandra Patelli e Chiara Ondoli, che correrà alle 12.20 (le 5.20 in Italia).