La Lega Pro si adegua alla situazione di incertezza che regna in serie B e ufficializza le date. Il presidente Gabriele Gravina, al termine dell’Assemblea di Lega tenutasi a Roma, rivela che la composizione dei tre gironi, insieme alla diffusione dei calendari, verrà fatta l’8 settembre mentre il 15 prenderà il via al campionato. Le due settimane di slittamento sono dovuta al fatto che il 7 settembre il Consiglio di Garanzia del CONI deciderà sul format della serie B a 19 o 22 squadre e se si renderà necessario quindi aprire ai ripescaggi dei tre club attualmente in organico in serie C (tra Catania, Entella, Novara, Pro Vercelli, Siena e Ternana). Nella composizione dei gironi verrà confermata la divisione geografica avuta nell’ultima stagione: Nord-Ovest, Nord-Est e Centro-Sud. In questo modo, non considerando i possibili tre ripescaggi in serie B, Arzachena e Olbia potrebbero figurare nel girone A con Albissola, Alessandria, Arezzo, Carrarese, Cuneo, Entella, Gozzano, Gubbio, Ternana, Lucchese, Novara, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Vercelli, Siena, Juventus B.

«Come ho già preannunciato giorni fa – le parole di Gabriele Gravina raccolte da RMC Sport – oggi è stato deciso dall’assemblea all’unanimità che il calendario verrà presentato l’8 settembre, qualche ora prima verranno formati i gironi. La settimana successiva ci sarà il via al campionato. La Lega Pro non è mai stata contraria alla riforma dei campionati tanto che siamo l’unica Lega che ha dimezzato i propri organici per una scelta di politica federale. Siamo passati da 118 a 60 società. Siamo coscienti che si debba fare qualcosa, ma serve un qualcosa che riguarda tutti i campionati, dalla serie A alla serie D, perché facciamo tutti parte dello stesso sistema. Siamo concordi ad un percorso condiviso per un progetto credibile che faccia una sintesi di tutte le componenti».